QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°12° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 08 dicembre 2019

Attualità giovedì 18 luglio 2019 ore 10:31

Le richieste di Elba Salute ai vertici dell'Asl

Francesco Semeraro

Il Comitato ha consegnato una lista indicando una serie di attività per migliorare la sanità dell'isola d'Elba e critica l'altro Comitato



PORTOFERRAIO — In merito all'incontro con i vertici dell'Asl Toscana nord ovest, che il 16 luglio scorso hanno visitato l'ospedale elbano e hanno anche incontrato comitati e associazioni civiche (leggi qui l'articolo), interviene il Comitato Elba Salute con una nota.

"Ci teniamo a precisare che martedì 16 Luglio il nostro Comitato Elba Salute non ha consegnato alla Direzione Generale, in visita nel nostro ospedale, nessuna pagella di valorizzazione per una ristretta cerchia di medici operanti in ospedale chiedendo per loro un 'Riconoscimento Tangibile' - si legge nella nota a firma di Francesco Semeraro, portavoce del Comitato Elba Salute - per l'intensa attività che svolgono all'interno del nosocomio mentre altri, con infermieri e Oss sarebbero da inserire, visto che non sono nominati, in liste di proscrizione".

"Quella lista, - si legge nella nota - apparsa su un giornale online (leggi qui l'articolo), è ingenerosa perché nel nostro piccolo ma efficiente ospedale tutti lavorano senza sosta, con umiltà e professionalità per curarci e a volte anche per salvarci la vita".

"Noi di Elba Salute alla Direzione Generale Asl - prosegue la nota - abbiamo chiesto invece quello che è necessita all'utente Elbano per prevenire o curarsi il male.

- Una postazione di terapia sub intensiva con rianimazione.

- Altri anestesisti per il turn over-

- Facilitazioni affitti o foresterie per i medici che intendono trasferirsi all'Elba.

- Un pediatra in aggiunta all'unica esistente fissa che fa quasi 12 ore al giorno e risponde a tutte le reperibilità

- Il taglio delle lunghissime liste di attesa alcune delle quali si potrebbero ridurre già domani solo che si volesse.

- Dare seguito alla realizzazione della 'Casa della Salute' già programmata nel 2012 che a regime farebbe diminuire del 30 per cento gli accessi al pronto soccorso.

- Riattivare la Guardia Medica a Portoferraio che oltre a non intasare il pronto soccorso con accessi impropri, farebbe risparmiare all'Elbano le 25 euro.

- Aprire le agende per le ordinazioni visite Campo Visivo e mammografie.

- Visite cardiologiche fine settembre (abbiamo un cardiologo e un altro a poche ore mentre a Piombino se non andiamo errati sono in 7).

- Visite oculistiche oltre la metà gennaio 2020.

- Radiografie fine ottobre.

- TAC con mezzo di contrasto fine ottobre.

- Reumatologo febbraio 2020.

- Endocrinologo gennaio 2020.

- Pneumologo fine novembre".

Il Comitato Elba Salute "Oltre a chiedere impegno e sensibilità per far diminuire le liste di attesa che per una comunità insulare significano un problema, Elba Salute ha chiesto un percorso agevolato per visite specialistiche ed esami diagnostici, per gli over 75 da farsi entro il mese di prenotazione. Questo percorso ridurrebbe il numero di anziani che si rivolgono al pronto soccorso con impegnativa urgente per malori che una corretta prevenzione potrebbe indirizzare nei tempi e nei modi giusti escludendo anche molti ricoveri".



Tag

Manovra, Boschi: «Lavoreremo per eliminare del tutto sugar tax»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Sport

Attualità