QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 14°16° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 12 novembre 2019

Attualità mercoledì 17 luglio 2019 ore 09:00

Elba Sanità, la nota consegnata ai vertici Asl

Ospedale di Portoferraio

L'associazione "Elba Sanità" all'incontro con la direttrice generale dell'Asl Casani ha presentato un promemoria con alcune proposte e segnalazioni



PORTOFERRAIO — Prima dell'incontro con la stampa, ieri i vertici dell'Asl Toscana nord ovest in visita all'Elba  (leggi qui l'articolo) hanno incontrato anche i comitati civici e le rappresentanze dei cittadini. Presente anche l'associazione "Elba Sanità" che ha consegnato alla direttrice generale dell'Asl Maria Letizia Casani un documento con alcune criticità ma anche alcune suggerimenti per cercare di risolverle.

Qui di seguito pubblichiamo la nota completa.

Appunti per Incontro del 16 luglio 2019 con Direttrice Generale dott.ssa Maria Letizia Casani

"In un’ottica di collaborazione e di collegamento tra cittadini ed istituzioni segnaliamo alcuni punti:

  1. Unità operativa complessa di Medicina: occorrono 8 medici in organico (facendo riferimento anche a quanto già emerso nella visita dell' 8 marzo 2019).
  2. È importante verificare i flussi delle visite specialistiche provenienti dall’Elba che confluiscono al Dipartimento di Specialità Mediche; i dati devono evidenziare la mole di lavoro svolto all’Elba, seppur con personale ridotto.
  3. Valorizzare con riconoscimenti tangibili i Medici che svolgono in modo encomiabile un’attività intensa grazie alla quale il Presidio Ospedaliero va avanti ad es. Cacialli, (Ortopedia), Volpini (Radiologia); e attraverso ad es. la formazione di U.O.S di Neurologia (Bollani), Gastroenterologia (Pallotta), Cardiologia (Iurato), Endocrinologia (Bassi), Diabetologia (Villani) afferenti all’Area Medica.
  4. Tutte le attività che possono essere svolte sull’Elba in sicurezza per il paziente devono essere eseguite in loco, evitando inutili spostamenti. Ad es: Il Responsabile dell’Ostetricia e Ginecologia di Cecina-Elba dott. Antonelli sembra essere disponibile ad eseguire interventi programmati anche nel Presidio Ospedaliero di Portoferraio. Nonostante la disponibilità espressa dal nostro Presidio Ospedaliero proponendo varie opzioni, al momento non è stato trovata una soluzione. Sarebbe possibile in futuro provare a rivalutare un possibile accordo, coniugando le esigenze del Ginecologo con quelle dei Presidi di Livorno, Cecina, Elba?
  5. Sono state segnalate da parte dell’utenza delle difficoltà nell’aver accesso alla RMN in modalità convenzionata, sull’Isola.
  6. Sostituzione apparecchiature obsolete: tra queste la sostituzione dell’ Ecografo cardiologico per la cardiologia/medicina con un apparecchio di alto livello; la sostituzione del cistoscopio con Cistoscopio flessibile di ultima generazione, con un diametro molto piccolo (come in uso in Centri di buon livello)
  7. In merito ai servizi sul Territorio, riceviamo segnalazioni da parte di famigliari di pazienti con problemi neurologici ad es. di emiplegia, talvolta anche allettati, che per usufruire della fisioterapia devono recarsi c/o il centro di riabilitazione di San Giovanni (talvolta con ambulanza); in questi casi particolari sarebbe importante poter fare fisioterapia al domicilio, magari con un contributo dell’utente. Ci riferiamo a quanto abbiamo letto sul “Foglio di accoglienza-Dipartimento di riabilitazione area vasta nordovest Zona Pisana”: perché non attuare le stesse iniziative all’Elba? In linea di massima andrebbero snellite le procedure.
  8. E’ importante avere un servizio di logopedia che possa seguire adeguatamente i numerosi pazienti (bambini e adulti).
  9. Per quanto concerne gli infermieri è auspicabile che nell’ambito della graduatoria si tenga conto dell’opzione espressa. C’è un certo numero di infermieri dell’Elba che ha chiesto di esercitare sull’Isola; in questo modo ci sarebbe maggior stabilità.

Considerare inoltre un altro aspetto: a fine anno termineranno il servizio per pensionamento alcuni coordinatori infermieristici (P.S., Medicina, Poliambulatorio) che dovranno essere sostituiti.

  1. Per quanto concerne gli OSS che per esigenze di lavoro prolungano il turno per garantire il servizio, sarebbe importante agevolare riducendo la burocrazia attuale (ad es. a Viareggio la procedura sembra essere più snella)
  2. Corsi di formazione per tecnici per Camera Iperbarica e il Master di II livello per un medico (utilizzando ad es.i fondi del Progetto Isole Minori)
  3. Lavori del P.S: a che punto sono? È possibile conoscere il progetto definitivo?

Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti gli operatori del Presidio Ospedaliero di Portoferraio e del Territorio.

Grazie per l’ascolto".

Associazione Elba Sanità

Marialuisa Chiappa e Manola Balderi



Tag

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità