Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:43 METEO:PORTOFERRAIO12°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Supercoppa saudita: il tifoso prende a frustate il calciatore della squadra avversaria

Attualità martedì 17 dicembre 2019 ore 12:45

La raccolta differenziata continua a crescere

Foto di repertorio

Esa ha diffuso i dati aggiornati al 30 Novembre. I Comuni dove la raccolta del servizio avviene "porta a porta" hanno percentuali più alte



PORTOFERRAIO — Esa spa ha reso noti i dati rilevati al 30 Novembre 2019 delle percentuali delle raccolte differenziate all’isola d’Elba. 

"L’Isola - si legge nella nota di Esa - si avvia a raggiungere i livelli di prima 'isola minore riciclona' e il suo rilievo dal punto di vista delle raccolte in Toscana è destinato ad aumentare. I risultati di novembre 2019 messi a confronto con i dati di partenza di gennaio 2018 danno bene l’idea del percorso fatto dalle raccolte sull’isola". 

Ecco i dati:

- Portoferraio partito con un 57,10 per cento arriva a novembre con la percentuale del 76,4 per cento;

- Capoliveri dato di partenza 73,80 per cento a novembre mantiene il trend con il 72,6 per cento;

- Marciana dato di partenza 63,60 per cento a novembre arriva al 74,90 per cento;

Marciana Marina dato di partenza 59,60 per cento a Novembre arriva al 74,90 per cento;

- Campo nell’Elba partito con il 34,80 per cento supera brillantemente anche le difficoltà della stagione estiva ed arriva al 75,70 per cento, quasi raddoppiando le percentuali di raccolta .

A seguire i Comuni dove la raccolta è differenziata ma con modalità stradali: 

- Rio partito a gennaio 2018 dal 34,10 per cento arriva a Novembre 2019 al 37,5 per cento 

- Porto Azzurro passa dal 20,80 per cento di gennaio al 21,50 per cento di Novembre 2019. 

I risultati complessivi danno comunque un dato medio di crescita rispetto allo stesso periodo del 2018 del 7,30 per cento medio calcolato tra tutti i Comuni dell’Isola.

"I risultati sono importantissimi e ci lasciano sperare che si possano presto raggiungere anche gli obiettivi economici che gratificheranno i cittadini della loro attiva partecipazione. Non da meno i risultati in termini di fruibilità del territorio elbano, - concludono da Esa - la sensibilità dei cittadini è aumentata e grazie anche alle iniziative dei Comuni per contenere l’uso della plastica, è iniziato un percorso virtuoso che potrà garantire un futuro davvero sostenibile all’isola".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno