Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:15 METEO:PORTOFERRAIO11°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità giovedì 12 dicembre 2019 ore 12:00

Raccolta differenziata, arrivano le ecoisole

Il prototipo di ecoisola informatizzata

Il Comune di Porto Azzurro riorganizza il servizio della raccolta differenziata con ecoisole informatizzate che saranno collocate sul territorio



PORTO AZZURRO — Prosegue il progetto dell’amministrazione comunale di Porto Azzurro per il miglioramento del servizio della raccolta differenziata. Il Comune di Porto Azzurro infatti è l'unico Comune elbano che non ha aderito ad Esa e che gestisce autonomamente lo smaltimento dei rifiuti ma è anche il Comune elbano dove la raccolta differenziata ha la percentuale più bassa (leggi qui l'articolo).

Nei giorni scorsi però stato esposto in Piazza De Santis a Porto Azzurro il prototipo di una'ecoisola informatizzata. Si tratta di un prototipo presentato dall'unica ditta che ha partecipato al bando di gara del nuovo progetto del Comune di Porto Azzurro per organizzare e razionalizzare la raccolta differenziata con un metodo innovativo. 

Infatti la commissione del bando di gara in questi giorni sta esaminando tutta la documentazione fornita e fra le richieste del bando di gara c'era anche quella di fornire un prototipo delle ecoisole che sarà appunto valutato.

"Si tratta di un progetto del valore di circa un milione di euro di cui il 47 per cento viene finanziato con fondi della Regione Toscana attraverso un bando a cui abbiamo partecipato. - ci ha spiegato il vicesindaco di Porto Azzurro, Aldo Marcello Tovoli - Le ecoisole saranno collocate in varie zone del territorio e saranno fruibili dai residenti del Comune oltre che dai proprietari di seconde case e dai turisti degli alloggi. I sacchetti attraverso un codice QR saranno associati al codice fiscale dei residenti e delle persone che pagano la Tari nel nostro territorio, in modo tale che tutto sia tracciabile e che avvenga un corretto utilizzo nello smaltimento dei rifiuti".

"Le ecoisole informatizzate saranno poi collocate in varie zone del territorio e avranno una grafica personalizzata in modo da integrarsi nei differenti contesti. - ha aggiunto Tovoli - Oltre a questo ci saranno anche due macchinari per la raccolta delle bottiglie di plastica e i cittadini potranno avere un credito, proprio per contrastare l'utilizzo della plastica monouso. Ci saranno poi dei nuovi veicoli per rinnovare il parco mezzi del Comune".

"Per quanto riguarda i tempi, una volta aggiudicata la gara - conclude Tovoli - oltre al contributo della Regione, dato che il 53 per cento della spesa del progetto è a carico del Comune, stiamo lavorando per reperire le risorse e speriamo di poter attivare il nuovo servizio entro l'inizio stagione estiva".

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ruggero Barbetti, già sindaco e vicesindaco di Capoliveri, interviene per fare chiarezza sulle vicende giudiziarie in corso sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità