QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°34° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 24 giugno 2019

Attualità domenica 14 aprile 2019 ore 21:00

La Cosimo agisce per vie legali contro il Comune

Sede della Cosimo de' Medici

La partecipata del Comune di Portoferraio ha agito per vie legali e il Comune stesso ha ricevuto un'ingiunzione di pagamento di circa 500mila euro



PORTOFERRAIO — La Cosimo de' Medici srl, società completamente partecipata dal Comune di Portoferraio, che vanta crediti verso il Comune stesso è passata alle vie legali e in data 14 Marzo 2019 al Comune stesso è arrivata un'ingiunzione di pagamento.

La partecipata comunale, che gestisce i siti culturali e sportivi del Comune di Portoferraio ma anche il porto turistico della Darsena, è al centro di vari contenziosi con l'amministrazione comunale, tanto che tutto il cda nei mesi scorsi aveva annunciato le dimissioni che però non sono mai state formalizzate. 

A questo proposito il sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari, aveva anche provato a nominare un nuovo amministratore della società  (qui l'articolo) ma in realtà era sempre in carico il precedente amministratore, Vittorio Campidoglio (qui l'articolo).

Al centro dello scontro fra l'amministrazione comunale e la Cosimo c'è la vicenda dei crediti che la partecipata vanta dal Comune e per il quali era stato trovato un accordo con l'amministrazione comunale. 

Un accordo che rateizzava le somme dovute alla Cosimo che però non è mai stato attuato.

Stando a quanto dichiarato dall'amministratore della Cosimo lo scorso Gennaio (qui l'articolo), la società dovrebbe avere dal Comune di Portoferraio 370mila euro (riguardanti le precedenti amministrazioni), a cui vanno aggiunti circa 100mila euro per interventi urgenti eseguiti per conto del Comune durante l'attuale amministrazione, come aveva dichiarato l'assessore Roberto Marini (qui l'articolo).

Ora il Comune ha incaricato un legale, esperto di questo tipo di procedure, per opporsi al decreto ingiuntivo. Questo costerà al Comune circa 12.300 euro, come si legge nella determina di impegno di spesa pubblicata sull'Albo pretorio dell'ente. 

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità