Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:34 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 03 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Bellingham segna all’98esimo ma non vale: Valencia-Real Madrid finisce con accese proteste

Attualità lunedì 20 marzo 2017 ore 15:53

I campioni dell'Esercito che scendono dal cielo

I paracadutisti del reparto Attività Sportive dell'Esercito in azione a La Pila: "Vorremmo farne una base di addestramento per allenarci qui"



CAMPO NELL'ELBA — Si lanciano da sopra le nuvole, volteggiano in formazione e atterrano su una croce rossa disegnata sul prato larga al più un paio di metri. Sono i campioni del reparto Attività Sportive dell'Esercito che fino a mercoledì si addestreranno all'Elba per prepararsi ai prossimi mondiali di paracadutismo.

Lungo la provinciale che costeggia l'aeroporto di La Pila sono molte le auto che rallentano, o si fermano a bordo strada, per ammirare le evoluzioni aeree, degli 11 paracadutisti (due squadre, una femminile e una maschile) arrivati nella base logistico addestrativa di Val Carene e che per due giorni ancora effettueranno una media di 7 lanci al giorno per allenare la precisione nella discesa.

Normalmente di stanza presso la base dei paracadutisti del reparto Folgore di Pisa, i militari sono agli ordini del direttore tecnico luogotenente Giuseppe Tresoldi, plurimedagliato con all'attivo anche 4 titoli di campione del mondo nella Precisione in atterraggio a squadre (2 Militari e 2 Assoluti).

E' lui a spiegare come funziona questa eccellenza sportiva italiana: "Abbiamo scelto l'Elba perchè è tecnicamente ideale: ci atterra il Dornier da cui ci lanciamo e abbiamo l'appoggio della base di Val Carene. E sulla bellezza del posto non c'è nemmeno da discutere".

La squadra attinge i giovani atleti dai paracadutisti della Folgore ma per arrivare a primeggiare a livello mondiale è necessario un addestramento medio di 8 - 10 anni con almeno 600 lanci l'anno: "Non ci sono segreti: è importante il materiale umano ma il resto è allenamento, sempre e continuo".

E proprio l'addestramento potrebbe coinvolgere l'Elba: "Ci piacerebbe fare dell'Elba una tappa fissa nei nostri percorsi di allenamento per le competizioni mondiali. Ultimamente siamo arrivati secondi nella Combinata dei campionati del mondo militari della Russia e il nostro Caporalmaggiore, capo scelto, Francesco Gullotti è arrivato 3° al campionato del mondo assoluto di Chicago".

Gli allenamenti si svolgono tipicamente in autunno e primavera: "Questo dellElba potrebbe essere un aeroporto ideale, anche per il poco traffico durante la stagione invernale che non creerebbe problemi e data la vicinanza da Pisa sarebbe un'ottima soluzione, vedremo se sarà possibile".

Il programma dei due giorni elbani prevede allenamenti nelle discipline Precisione in atterraggio e Formazione in caduta libera, l'obiettivo è essere pronti per luglio quando la squadra parteciperà ai campionati del mondo militari di Germania mentre ad agosto andranno in scena gli europei assoluti in Montenegro

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

I paracadutisti dell'Esercito in azione all'Elba
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una giovane 20enne è stata soccorsa in seguito ad un incidente stradale ed è stata trasferita con l'elisoccorso all'ospedale di Siena
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Traghetti

Attualità

Cronaca

Cronaca