comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 18°20° 
Domani 19°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 30 settembre 2020
corriere tv
Omicidio di Lecce, le tappe dall'uccisione di De Santis e Manta all'arresto del killer: la videoricostruzione

Attualità lunedì 28 ottobre 2019 ore 18:18

Gli impegni di Poste per i piccoli Comuni

Matteo Del Fante, Ad di Poste Italiane

All'incontro nazionale con i sindaci dei piccoli Comuni d'Italia era presente la consigliera del Comune di Campo nell'Elba, Alessia Marasca



ROMA — Poste Italiane ha riunito oggi a Roma i sindaci dei piccoli Comuni d’Italia per annunciare l’introduzione di nuovi servizi dedicati alle realtà locali con meno di 5.000 abitanti e rinnovare, a distanza di un anno dal loro primo incontro, il dialogo diretto e permanente sulle esigenze specifiche del territorio.

Incontro importante per l'Elba, dato che tranne Portoferraio gli altri sei Comuni hanno meno di 5.000 abitanti.

Per l'isola d'Elba era presente la consigliera del Comune di Campo nell'Elba, Alessia Marasca, che ha spiegato che lo scorso anno Poste Italiane aveva preso degli impegni con i piccoli Comuni che ha mantenuto. In particolare per il Comune di Campo nell'Elba si temeva per la chiusura dell'Ufficio postale di San Piero che poi non è avvenuta.

Marasca ha spiegato che agli impegni delle scorso anno se ne sono aggiunti altri cinque da realizzare entro il 2022 fra i quali c'è anche il rinnovo del parco mezzi all'insegna della sostenibilità e ha spiegato che il progetto illustrato è quello di andare incontro alle esigenze dei piccoli borghi ampliando i servizi anche attraverso il digitale, servizi che però devono essere richiesti dagli stessi Comuni per essere attivati. Marasca ha spiegato che obiettivo è quello di avere un contatto diretto fra le periferie e le sedi centrali di Poste. Inoltre durante l'incontro è emerso anche un progetto che sarà portato avanti in collaborazione fra Poste Italiane e Mibact per valorizzare i piccoli borghi d'Italia.

“Poste Italiane - ha detto l’AD Matteo Del Fante, davanti ad una platea di circa 4000 sindaci dei piccoli Comuni - ha realizzato gli impegni assunti nel 2018 con i piccoli Comuni grazie alla dedizione delle persone che lavorano in azienda e alla proficua collaborazione instaurata con il territorio e con le istituzioni locali. Siamo consapevoli dell’importanza strategica della presenza capillare di Poste e della nostra capacità di collegare i territori alle istituzioni e ai servizi erogati centralmente: la nostra azienda accorcia le distanze, agevola le relazioni, direi che è una sorta di intermediario tra le diverse aree del Paese. E’ giunto ora il momento di compiere una nuova tappa, arricchendo le iniziative realizzate e confidando nel fatto che i progressi conseguiti costituiscono una testimonianza della comune capacità di lavorare al servizio dell’Italia, favorendone lo sviluppo, la coesione sociale e territoriale”.

Del Fante. come si legge in una nota di Poste italiane, ha illustrato gli obiettivi del nuovo piano di Poste Italiane per i piccoli Comuni, che comprende tra l’altro: l’avvio di programmi di educazione finanziaria e digitale; POS gratuiti ai Comuni per i servizi di pagamento digitale; l’uso di mezzi “green” per il recapito della posta; l’installazione di locker nei Comuni privi di ufficio postale, per semplificare le operazioni di consegna dei pacchi e il pagamento dei bollettini; l’installazione di cassette postali smart a tecnologia digitale; l’attivazione di servizi di informazione per i cittadini; la realizzazione di nuovi eventi filatelici per meglio valorizzare le tradizioni e le realtà del territorio.

All’indomani del primo incontro con i “Sindaci d’Italia”, risalente al 26 novembre 2018, Poste Italiane ha realizzato tutti gli obiettivi a suo tempo presentati. Oltre a mantenere la promessa di non chiudere alcun ufficio postale, infatti, nel corso dell’ultimo anno sono stati realizzati 900 incontri con amministratori locali, coordinati dal nuovo ufficio istituito a Roma con il compito di mantenere aperto e costante il dialogo tra Poste e le comunità sul territorio.

In Toscana sono stati installati 5 ATM Postamat; collegati 202 spot WI-FI negli uffici postali; eliminate 35 barriere architettoniche in 35 Comuni; potenziati 9 uffici postali in 9 centri turistici; installate 179 nuove cassette postali e 93 impianti di video sorveglianza; realizzato 1 murales per migliorare il decoro urbano degli uffici postali periferici.



Tag
 
Orario voli Silver Air Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica