QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°15° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 13 dicembre 2019

LEGALITÀ E NON SOLO — il Blog di Salvatore Calleri

Salvatore Calleri

Salvatore Calleri (1966) è nato a Catania e vive sin da piccolo a Firenze. Laureato in giurisprudenza nel 1991 ha conosciuto Antonino Caponnetto con il quale ha collaborato strettamente fino al 2002, anno della sua morte. Esperto di lotta alla mafia, analista nel campo della sicurezza e della criminalità organizzata internazionale è presidente della Fondazione Caponnetto e consigliere della Fondazione Pertini. Di entrambe ha ispirato la nascita. Coordina l'Omcom (Osservatorio Mediterraneo Criminalità Organizzata e Mafia) è ideologo del Progetto Tulipani Rossi verso gli Stati Uniti d'Europa.

L'attentato di Antoci non è smentibile

di Salvatore Calleri - giovedì 03 ottobre 2019 ore 10:48

In un mio recente articolo avevo parlato del mascariamento con toni duri e persino profetici.

In particolare prevedevo sarcasticamente che se sei stato minacciato o ti han fatto un attentato che magari è stato sventato... Non ti preoccupare diranno che te lo sei fatto da solo od insinueranno il dubbio. Usavo più o meno queste parole.
Ebbene oggi in relazione all'attentato di Antoci, che non è smentibile, vedasi in proposito https://antoninocaponnetto.blogspot.com/2018/10/come-volevano-ammazzare-antoci.html, la relazione della commissione regionale siciliana presieduta da Claudio Fava, dice che "Alla luce del lavoro svolto da questa Commissione corre l’obbligo di evidenziare che, delle tre ipotesi formulate, il fallito attentato mafioso con intenzioni stragiste appare la meno plausibile".
Si ripete quindi in modo puntuale che in Sicilia sopravvivere agli attentati mafiosi è come se fosse un peccato capitale...
Prendo atto che dai tempi del fallito attentato all'Addaura a Falcone in Sicilia nulla o poco è cambiato.
Dalla commissione regionale di Claudio Fava mi aspettavo sinceramente altro... Ossia che andasse a fondo sugli affari che la mafia fa in Sicilia, su come si evolve la mafia in Sicilia, non che dedicasse il proprio tempo a costruire tesi alternative a quelle della procura messinese confermate dai rilievi tecnologici della Polizia scientifica di Roma.
Fossi Claudio Fava a questo punto mi dimetterei.

Salvatore Calleri

Articoli dal Blog “Legalità e non solo” di Salvatore Calleri

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità