Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO14°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità mercoledì 17 marzo 2021 ore 10:30

Porto Piombino, ruolo chiave per Elba zona bianca

Il porto di Piombino

La speranza di allentare le misure anti-contagio sull'isola ha aperto la necessità di avviare un forte controllo agli imbarchi



PIOMBINO — L'idea avanzata dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani per definire Elba zona bianca assieme alle isole dell'Arcipelago toscano da un lato è stata accolta con apprezzamento e speranza dall'altro però permangono dubbi e perplessità sulle conseguenze, ma soprattutto ha fatto evidenziare la necessità di attivare più controlli in particolare al porto di Piombino.

Lo ha detto chiaramente Legambiente: "Una zona bianca senza protezioni sarebbe un richiamo incontrollato tipo sirene di Ulisse e ci metterebbe in una situazione di rischio per la nostra salute e per l'economia turistica. Il rischio per l'economia sarebbe essere zona bianca di Aprile, zona rossa a Luglio e viola scuro o nera in autunno. Non a caso, sia le altre isole italiane che puntano a dichiararsi Covid-free che le isole greche e le Canarie che stanno avendo accesso privilegiato ai vaccini, puntano sia su una rapida vaccinazione di massa della popolazione, dei lavoratori pendolari e degli operatori e lavoratori del turismo, sia di una richiesta di un forte controllo dei turisti e proprietari di seconde case".

Quella dei vaccini per i residenti e i lavoratori pendolari è la proposta lanciata dai pediatri elbani a cui si va ad aggiungere il suggerimento di controlli severi all’imbarco di Piombino (leggi qui sotto gli articoli collegati)

La proposta più avallata sarebbe quella che dal porto di Piombino si dovrebbe partire per l'Elba solo presentando un certificato di vaccinazione anti Covid o l’esito negativo di un tampone effettuato non oltre 48 ore precedenti.

In Sardegna, invece, è stato disposto con apposita ordinanza la regolamentazione degli accessi sull'isola. Chi sbarca in Sardegna deve avere il certificato di avvenuta vaccinazione o avere il risultato negativo di tampone o di un test antigienico rapido oppure potrà sottoporsi a tampone nelle postazioni allestire nei porti e negli aeroporti ma in questa ultima opzione sarà necessario effettuare la quarantena di 10 giorni una volta sbarcati sull'isola.

L'auspicio è che sia avviata una concertazione tra i vari Comuni ed Enti coinvolti per poter programmare un piano d’azione condiviso.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità