QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°23° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 24 agosto 2019

Attualità martedì 27 novembre 2018 ore 14:20

Rischio voragini, De Santi: "E il monitoraggio?"

Voragine del 2014 nel giardino di un'abitazione in loc. Il Piano

L'ex sindaco di Rio nell'Elba mette in guardia sul rischio voragini (sinkhole) nella zona dove anche la strada provinciale è stata deviata



RIO — A che punto è la situazione dei progetti per mitigare o bypassare i fenomeni di sinkhole (voragini) della zona Il Piano, che collega il paese di Rio Marina con Rio nell'Elba ma anche con gli altri paesi dell'isola d'Elba? 

Questo sembra chiedere l'ex sindaco di Rio nell'Elba, Claudio De Santi, che negli ultimi giorni dalla sua pagina Facebook sembra voler mettere in guardia e richiamare l'attenzione su questo problema. Ricordiamo che un tratto della strada provinciale, colpito dal fenomeno di sinkhole, alcuni anni fa è crollato e quindi è stata realizzata una bretella alternativa "provvisoria".

De Santi il 24 Novembre scorso, postando su Facebook una foto del bollettino dei monitoraggi della zona, che venivano effettuati negli anni passati dal Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Firenze, ha così commentato:

"A Rio nell’Elba, fino a che sono stato sindaco, arrivavano in tempo reale questi report di protezione civile. Ho saputo che ormai da quasi un anno non arrivano più. Ma non è che le sinkholes della zona del Piano sono miracolosamente svanite. Chi ci protegge?"

Ieri sera, lunedì 26 Novembre, però l'ex sindaco è tornato ancora una volta sulla questione, pubblicando alcune immagini delle voragini che si erano aperte nel 2014, nel giardino di un'abitazione in quella zona.

"Lo sapete cosa è una sinkhole? - ha scritto De Santi - Questa, una buca che si apre nel giro di pochi secondi e che potrebbe inghiottirti in profondità e non puoi sapere quanta. L’ho toccata con mano da sindaco e responsabile della protezione civile. Non ti fa più dormire la notte. Un territorio soggetto a questi eventi può ripeterli quando meno li aspetti. E se accade sotto un plinto di una abitazione? Ai tecnici la risposta".

L'ex sindaco, anche se indirettamente, richiama la nuova amministrazione riese ad agire o almeno ad informare su quanto sta facendo per fronteggiare la situazione.

A questo proposito si ricorda che nel 2016 erano stati presentati gli studi per una mappatura attendibile dei rischi in tutta la zona.

Dalle indagini era emerso che la zona a rischio sinkhole era stata ridotta di oltre il 70 per cento rispetto alle previsioni iniziali. 

In seguito, sempre nel 2016, in seguito anche ai contatti con la Regione dei sindaci di Rio Marina e Rio nell'Elba, sulla base dei risultati della mappatura dei rischi nella zona, erano stati  ipotizzati interventi di due ordini: una prima serie di misure per evitare il fenomeno franoso, convogliando le acque di scorrimento fino a fondovalle in modo che non potessero erodere la profondità del Piano e una soluzione alternativa alla strada di collegamento fra Rio Marina e il resto dell'isola.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità