Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:PORTOFERRAIO12°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 23 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A San Siro techno ad alto volume per coprire la festa Scudetto dell’Inter

Politica venerdì 19 gennaio 2018 ore 06:20

De Santi, fuggiasco o rottamatore?

L'analisi di Marco Sollapi sulle accuse della ex minoranza riese: "Ha rottamato la sinistra storica? Allora altro che fuggiasco, è stato un grande"



RIO ELBA — In un intervento della ex minoranza di Rio Elba dal titolo “Le bugie hanno le gambe corte",  commentando l’ultima pronuncia della Corte dei Conti si afferma che: “ . . .Si può tranquillamente desumere che la situazione finanziaria di Rio Elba è completamente sotto controllo, che i cosiddetti "buchi o mancanze finanziarie" non esistono, ma sono "irregolarità contabili" che i conti ordinari sono in pareggio e che il disavanzo del 2014, di € 2,4 mln, ridimensionabilesecondo le correzioni, già al 2017…”

Quindi mettiamo a confronto le affermazioni

1)I cosiddetti "buchi o mancanze finanziarie" non esistono, e i conti sono in pareggio

2) Il disavanzo del 2014, è di € 2 milioni e 400 mila euro

Dove sta la contraddizione ? Si afferma che i conti sono in pareggio e subito si parla di un disavanzo 2 Milioni e 400 mila euro. E queste è la prima che ha dell’incredibile. L’altra contraddizione la troviamo quando in riferimento alle dimissioni del sindaco De Santi si dice :

“ . . . se non avesse abbandonato il campo, se non fosse scappato lasciando allo sbando comunità Riese e comune di Rio Elba, per lanciarsi, con la fusione, alla definitiva "rottamazione amministrativa" del comune e alla rottamazione, quella politica, della sinistra che ha governato Rio Elba dal 1975 e qui con l'aiuto del PD di Rio Marina, Elbano e regionale".

Si fanno due affermazioni clamorosamente contraddittorie

Da una parte si afferma che il sindaco, per nascondere le proprie incapacità scappa lasciando la comunità alla sbando.

Dall’altro lo si accusa di avere utilizzato la fusione, non solo per rottamare il comune di Rio. ( e questa è un’opinione passi) ma lo si accusa di aver rottamato politicamente la sinistra che ha governato Rio Elba dal 1975.

Stiamo parlando del PD, una forza politica fortemente radicata nel territorio, tanto da essere individuata come la “ roccaforte rossa”. Tutti i sindaci avevano alle spalle una grande esperienza politica, avendo assunto ruoli importanti nel partito e negli enti pubblici all’Elba, e anche a livello provinciale, regionale e nazionale.

Allora, secondo quanto si afferma, De Santi arriva da Firenze e, alla grande, vince le elezioni, e poi non contento, e facendosi aiutare anche dai suoi avversari, rottama tutto e tutti, e lascia solo pochi feriti fra le macerie che ancora continuano a piagnucolare.

Ma allora, Coluccia , Mazzei e Chiassoni converrano che uno così, in politica, è un grande. Altro che fuggiasco. E’ uno che dovrebbe essere protetto. Anzi, visto il livello mediocre dei politici in giro, dovrebbe essere utilizzato in riproduzione come si fa come i cavalli per non perdere la razza. E se questo è vero, dovrebbe far piacere anche a chi ha perso. Come dice il saggio cinese “ E’ meglio perdere con con avversario forte che con uno debole”

Adesso, arrivati a questo punto, i rottamati dovrebbero farsene una ragione, dovrebbero alzarsi dalle macerie, smettere di piagnucolare, spolverarsi e rimettersi in cammino.Il tempo farà il resto. Perché il tempo, spietato nel rivelare le cazzate, è invece indulgente con chi, onestamente e umilmente, si apre alla speranza".

Marco Sollapi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno