QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°23° 
Domani 22°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 23 settembre 2019

Politica lunedì 18 febbraio 2019 ore 17:11

Caserma sotto sfratto, il sindaco di Rio commenta

Marco Corsini, sindaco del Comune di Rio

Il sindaco del Comune di Rio Corsini interviene sui social per spiegare le difficoltà per la soluzione della Caserma dei carabinieri a Rio Marina



RIO — Ieri, in un post pubblicato su Facebook da Lorenzo Marchetti con l'intervento del PD, in seguito ad una serie di commenti di cittadini, preoccupati per l'imminente sfratto della Caserma dei carabinieri dalla sede di Rio Marina, si è affacciato anche un commento del sindaco di Rio, Marco Corsini, che ha spiegato la situazione dal suo punto di vista, chiamando in causa l'inerzia delle precedenti amministrazioni e del PD, già a conoscenza del problema dal 2007, e sottolineando comunque che la sua amministrazione sta lavorando per trovare una soluzione.

"Complimenti! Tutti campioni del mondo eh? Vorrei dire a chi non sa e a chi sa, ma fa finta di non sapere:

- A) che la caserma dei Carabinieri (lo Stato) ha perso titolo a stare dove sta sin dal 2007, perché scaduto il contratto le parti non hanno trovato l'accordo sul canone per il rinnovo, e il Ministero non ha mai voluto pagare la somma richiesta dalla proprietà. Quindi la domanda giusta non è 'cosa fa il Comune', ma 'cosa ha fatto il Comune in questi 11 anni'? E in tutto questo tempo dov'erano i fenomeni del PD che oggi tanto si agitano?

- b) Questa amministrazione è entrata in carica a Giugno 2018, con l'ufficiale giudiziario alla porta, e in questi 7 mesi non ha fatto altro che cercare una soluzione al problema.

- c) Costruire una caserma nuova dov'è era previsto, a Vigneria, secondo gli standard progettuali graditi ai Carabinieri (con i quali il confronto è costante) costerebbe circa un milione di euro. E comunque i tempi di realizzazione - progetto, appalto, lavori - non sarebbero brevi. 

- D) Comprare gli attuali locali a oggi non è una soluzione praticabile: il prezzo richiesto, che comunque andrebbe congruito da un organo tecnico, è molto alto e ad esso andrebbe sommato il costo non indifferente dei lavori di messa a norma. In ogni caso per acquistare un immobile il Comune deve fare un bando, non può servire questo o quell'interesse privato. 

Ora, è vero che la presenza dei Carabinieri è fondamentale in un territorio vasto e fragile come il nostro; e per questo il Comune, che pure non ha obblighi giuridici, è impegnato a trovare una soluzione e certamente la troverà, magari nelle pieghe del federalismo demaniale, d'accordo con demanio, prefettura e al fianco dei suoi carabinieri, con i quali il confronto è continuo.

Ma chiedo buona fede a chi solo oggi, per fare opposizione, si veste da solerte sollecitatore e ricordo a tutti gli altri, intervenienti più o meno 'delusi', che amministrare la cosa pubblica, dopo anni di inerzia e sotto gli effetti della fusione, è molto più difficile che commentare su fb".



Tag

Conte: «Fisco iniquo e inefficiente, serve riforma»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità