QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 2° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 12 dicembre 2018

Politica giovedì 21 dicembre 2017 ore 12:00

"Ad Alessi rispondono i numeri"

Claudio De Santi

De Santi: "Come al solito lui non ne parla e si affida al politichese. Saranno gli organi pReposti a dire come stanno realmente le cose"



RIO ELBA — Claudio De Santi, già sindaco di Rio nell’Elba, risponde oggi alla nota trasmessa alla stampa da Danilo Alessi a proposito della deliberazione del Commissario Prefettizio di Rio nell’Elba con la quale è stato preso atto del disavanzo di bilancio disponendone il ripiano anche attraverso i contributi derivanti dalla fusione.

“Come al solito  - scrive De Santi -  Alessi non parla mai di numeri o di atti amministrativi ma si affida al politichese. Eppure gli atti e i numeri parlano talmente chiaro che non ci sarebbe bisogno di alcun commento. Alle sue contestazioni, in ogni caso, si potrebbe rispondere punto per punto, e potremmo farlo in qualsiasi momento ma oggi evitiamo per non tediare ulteriormente la popolazione e l’opinione pubblica ormai stanca del gioco delle parti della politica.

Su una cosa però si deve concordare con lui, quando dice che ‘la vicenda è tutt’altro che chiusa ed avremo occasione di parlarne a tempo debito’. Fossimo in lui ci preoccuperemmo invece di parlare, perché quel tempo debito, dopo la ormai imminente ed inevitabile pronuncia della Corte dei Conti, riguarderà le conseguenze a livello civile, penale e contabile a carico degli attori di questa vicenda.

I fatti che si stanno susseguendo ed il lavoro di chi ci sostituisce fino a quando non subentrerà il Comune di Rio ci confermano di avere agito nel giusto, per il bene degli abitanti di Rio nell’Elba e del loro territorio. Da parte nostra, ribadiamo la convinzione di avere scelto la strada giusta per la salvaguardia della realizzazione delle opere di cui quel territorio ha bisogno, degli interessi di quei cittadini e del futuro dei loro figli.

Inutile, quindi, continuare nello sterile gioco della politica di parte. Saranno gli organi preposti, molto presto, a stabilire e a fissare definitivamente come stanno realmente le cose”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità