Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:31 METEO:PORTOFERRAIO23°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 20 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tutti condannati per l'omicidio di Desirée

Attualità mercoledì 21 novembre 2018 ore 12:20

Nove chilometri di cavi elettrici interrati

Interventi per modernizzare la linea elettrica all'Elba. Saranno interrati circa sette chilometri nel Comune di Portoferraio, tre nel Comune di Rio



PORTOFERRAIO — Ha preso il via, presso il Ministero dello Sviluppo economico, l’iter autorizzativo relativo al progetto di ammodernamento della linea elettrica a 132 chilowatt San Giuseppe – Portoferraio all’isola d’Elba. Il piano di interventi di Terna, presentato recentemente al sindaco di Portoferraio Mario Ferrari, prevede la realizzazione di circa nove chilometri di nuova linea in cavo interrato e porterà importanti benefici in termini di sicurezza e affidabilità del sistema elettrico dell’isola d’Elba, oltre che paesaggistici e ambientali. 

La nuova linea interrata, infatti, permetterà di demolire circa dieci chilometri di vecchio elettrodotto aereo e 49 tralicci in due Comuni: Portoferraio beneficerà della dismissione di quasi sette chilometri di linee e 41 tralicci, e il Comune di Rio di circa tre chilometri di elettrodotto aereo e otto tralicci. 

Il via dell’iter autorizzativo è il frutto dell’impegno di Terna e del Comune di Portoferraio nel condividere un percorso di dialogo e confronto finalizzato ad individuare le migliori soluzioni progettuali, sia tecniche che ambientali, per rendere l’intervento integrato con il territorio. 

Se ripensiamo a quello che è successo all’Elba fra il 2009 e il 2010 per l’ipotesi di installazione di venti nuovi tralicci, con comitati di protesta, manifestazioni e interrogazioni parlamentari – ha commentato il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – possiamo avere la portata del risultato che abbiamo conseguito grazie al dialogo avviato con Terna e alle precise indicazioni che abbiamo fornito per la tutela dell’ambiente e del paesaggio". 

"Grazie a Terna - ha sottolineato Ferrari - per aver accettato di seguire questo processo virtuoso che potrà servire da esempio in futuro in tema di realizzazione di grandi opere in un contesto ambientale così delicato come quello della nostra isola”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mobilitazione per cercare un anziano disperso nei boschi tra Procchio e la Biodola. Attivato l'elicottero dei vigili del fuoco e le unità cinofile
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca