QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°31° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 24 giugno 2019

Elezioni sabato 04 maggio 2019 ore 12:43

La nomina di De Santi innesca una polemica

Sede municipale di Portoferraio

La nuova nomina, secondo Del Mastro "illegittima", diventa occasione di polemica fra l'ex assessore, il sindaco Ferrari ed il candidato sindaco Lanera



PORTOFERRAIO — La nomina dell'assessore De Santi a rappresentare il Comune di Portoferraio nei progetti europei (qui l'articolo) ha innescato una polemica da un lato fra l'ex assessore Angelo Del Mastro e l'amministrazione Ferrari, dall'altro fra il candidato sindaco di Portoferraio di Fratelli d'Italia Luigi Lanera e l'ex assessore del Comune di Portoferraio Angelo Del Mastro, attualmente candidato consigliere con la lista "Per Simone Meloni sindaco".

A scatenare la polemica è stato un commento della notizia da parte di Luigi Lanera.

"Apprendiamo dalla stampa che l'ex assessore Del Mastro, attualmente candidatosi nella lista Meloni, non è più rappresentante del Pac, comitato politico di Elba Sharing. - ha infatti dichiarato con una nota Lanera - Ci sembra normale visto che da quasi due mesi è stato sostituito con Claudio De Santi dal sindaco Ferrari al quale rimproveriamo di non averlo rimosso prima dal suo incarico visto che per i problemi del demanio suo vero compito assegnatogli non ha fatto nulla". 

"Banchine navi da crociera, pescherecci al molo Gallo, - ha aggiunto Lanera - Waterfront, Marina S. Givanni, ormeggi per i residenti e non ultimo aver sottratto ai cittadini di Portoferraio la spiaggia delle ghiaie rilasciando nuove concessioni. Quello che non ci sembra tanto normale in questa campagna elettorale è che ancora una volta l'assessore Fornino delegato al decoro urbano pensa di ricorrere ai volontari per fare la pulizia dei giardini delle Ghiaie. Ma come? Il sindaco ha risolto tutto con una telefonata da fuori Elba, non poteva farlo lui che è assessore? E' proprio vero che per tappare le buche sono buoni tutti, ma amministrare è un'altra cosa è se dopo cinque anni di alzate di mano in Consiglio comunale non lo si è capito la cosa è preoccupante".

Ieri sera per precisare la notizia della nomina del nuovo componente Pac ha subito replicato Angelo Del Mastro con una nota firmata in cui si dichiarava "Consigliere Pac presso la Commissione europea".

"Con una delibera di giunta il sindaco Mario Ferrari mi sostituisce, in data 30 aprile 2019, con l’arch. Claudio De Santi, nella rappresentanza del Pac (Political Advisory Committee) presso la Commissione Europea, - ha dichiarato Angelo Del Mastro - la cui riunione a Bruxelles era stata programmato il 7 maggio. Ora tralascio la pochezza politica e istituzionale di Luigi Lanera (candidato sindaco...) che, in quanto esterno all’amministrazione comunale poteva anche non conoscere le procedure che hanno portato alla mia elezione, ma che quantomeno aveva il dovere di informarsi prima di esternare".

"Quello che più mi sorprende - ha proseguito Del Mastro- è il sindaco Mario Ferrari che già 2 mesi fa, quando ho rimesso tutti gli incarichi istituzionali che avevo (rappresentante del comune nel progetto europeo Civitas, CDA GAL Etruria, CDA Fondazione Villa Romana delle Grotte), era stato messo a conoscenza che il mio incarico presso la Commissione europea non poteva essere revocato in quanto eletto da un organo esterno. Sarebbe come se uno fosse eletto a Portoferraio e a Marciana e, decaduto dall’incarico a Portoferraio, il sindaco di Portoferraio scrivesse a Marciana che non può più essere consigliere nell’altro comune, ridicolo quantomeno. Ragion per cui l’arch. Claudio De Santi potrà anche andare a Bruxelles, ma in villeggiatura, potrà sedere sulla sedia di un bistrò con vista Place Royale ma non fra i membri rappresentanti degli altri paesi europei oppure, al limite, visitare l’Atomium, visto che non rappresenta niente in quanto non eletto presso la Commissione Europea. Caro sindaco, lasci perdere l’astio che nutre nei miei confronti, con atteggiamenti piuttosto puerili e dispettosi, e si concentri piuttosto sulle ultime settimane di mandato che le restano, perché il danno non lo fa a me ma all’intera comunità".

Dopo la risposta di Del Mastro, il candidato a sindaco Lanera è tornato di nuovo intervenuto per chiedere conto all'ex assessore di Portoferraio Del Mastro su quanto non avrebbe fatto durante il suo incarico, relativamente all'allungamento della banchina dell'Alto fondale, dello spostamento dei pescherecci, del progetto Porto Cantieri, della bonifica dell'amianto nei capannoni demaniali etc.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Cronaca