QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 16° 
Domani 5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 22 febbraio 2019

Attualità lunedì 11 febbraio 2019 ore 13:00

De Ferrari: "Un accordo per lo sviluppo dell'Elba"

Massimo De Ferrari, presidente Associazione Albergatori Elba

Il presidente dell'Associazione Albergatori spiega l'accordo con Moby e Toremar per incentivare il turismo. Sconti sul traghetto fino al 35 per cento



PORTOFERRAIO — In seguito alla stipula dell'accordo fra l'Associazione Albergatori dell'isola d'Elba e le due compagnie di navigazione Moby e Toremar, che collegano l'Elba a Piombino durante tutto l'anno, abbiamo intervistato Massimo De Ferrari, presidente dell'Associazione Albergatori elbani per capire meglio in che cosa consiste questo accordo e quali sviluppi futuri può avere per il turismo e l'economia dell'Elba. 

Presidente, quali sono i termini dell'accordo fra l'Associazione Albergatori e le compagnie di navigazione Moby e Toremar? Quale sarà il risparmio per i turisti?

"Grazie a questo accordo abbiamo migliorato la convenzione che già avevamo e che prevedeva uno sconto del 17 per cento sui biglietti dei traghetti. Con questo nuovo accordo invece lo sconto sarà del 20 per cento e sarà valido tutto l'anno

Come Associazione Albergatori inoltre avevamo chiesto la possibilità di avere due navi fuori dagli orari di punta con ulteriori sconti e abbiamo perciò ottenuto la possibilità di avere una partenza la mattina presto e una la sera con uno sconto del 35 per cento sulle tariffe. Questo sarà valido anche nel mese di Agosto. Aggiungo che abbiamo un accordo anche con Blu Navy in bassa stagione con uno sconto del 10 per cento tutti i giorni. A questo proposito, ho saputo dai vertici di Blu Navy che stanno cercando di ottenere altri slot sull'Elba e quindi potrebbe arrivare anche una seconda nave".

Come è possibile usufruire dei prezzi agevolati dei traghetti?

"Gli sconti ovviamente vengono applicati alle persone che soggiornano per un minimo di notti in un albergo o struttura ricettiva convenzionata con l'Associazione Albergatori. Il primo passo che deve fare il cliente è quello di prenotare l'albergo, una volta completata la prenotazione gli sarà rilasciato un codice sconto da usare per la prenotazione del traghetto oppure verrà applicato nel caso sia lo stesso albergo ad effettuare la prenotazione per il cliente. 

Con questo accordo, mi auguro che gli albergatori possano applicare ulteriori sconti. L'obiettivo è quello di arrivare ad abbattere il costo del traghetto o ridurlo notevolmente in modo che non si possa percepire l'ostacolo di scegliere una vacanza all'Isola d'Elba per l'eccessivo costo dei traghetti".

Cosa significa questo accordo che è stato definito “storico”?

"Abbiamo deciso di azzerare le incomprensioni del passato, per anni non ci siamo parlati, invece confrontandoci abbiamo visto che abbiamo molti punti in comune. Penso anche alla promozione che prima ognuno faceva autonomamente, ora invece possiamo lavorare a dei progetti comuni per promuovere l'Elba e sostenere le aziende elbane.

Questo anche con il supporto della Gestione associata per il turismo dei Comuni elbani che ci supporterà nel progetto per l'attivazione di un bus navetta per collegare l'aeroporto di Pisa con Piombino

A questo proposito in accordo con la compagnie di navigazione stiamo pensando ad un biglietto unico bus con traghetto e anche un servizio di trasporto di bagagli dal bus al traghetto dove si renda necessario, in collaborazione con la compagnia portuali. 

Se si parla e si discute insieme sono tanti i progetti che si possono attivare. Bisogna essere uniti e fare squadra anche perché in un momento di recessione economica è l'unico modo per fronteggiare la situazione".

La nota dolente dell'Elba in bassa stagione e nel periodo invernale è sempre stata quella di avere pochissimi alberghi aperti. Come Associazione state lavorando anche su questo?

"Certo, questo è uno degli impegni presi. Stiamo lavorando per incentivare l'ampliamento dell'apertura stagionale. Ma, dall'altro lato c'è anche bisogno che siano fatti degli investimenti strutturali per ampliare i servizi delle strutture ricettive, penso a piscine al coperto, alle spa, alle palestre, ecc. Questo accordo è solo un piccolo passo che in qualche modo vuole stimolare tutti a fare di più. Non credo che i progressi si potranno vedere in un anno ma servirà più tempo.

Se l'Elba fa squadra anche con il supporto dei Comuni può davvero ampliare significativamente la stagione turistica, certo ci vogliono anni di lavoro. In ogni caso quest'anno nel periodo di Pasqua dovrebbero essere aperto circa il 60 per cento delle strutture ricettive anche grazie al periodo favorevole.

Lo scorso anno a Pasqua gli alberghi aperti erano il 20 per cento. Poi mi auguro che ci sia uno spostamento fino a Ottobre, in quel periodo se quest'anno avessimo il 50 per cento delle strutture aperte sarei soddisfatto. Lo scorso anno era aperto il 40 per cento. Lo scorso anno nel periodo di Natale c'erano 19 alberghi aperti, spero che il prossimo anno si possa fare meglio. La sfida è questa. E' ovvio che molta importanza nella bassa stagione la rivestono le piccole strutture ed i Bed & Breakfast che magari sono a conduzione familiare, mentre è più difficile per un grande albergo. Se la promozione va a coprire questa fascia ci possono essere miglioramenti per il turismo".

Avete altri progetti in corso?

"Si, ad inizio Ottobre qui all'Elba si terrà la Borsa del Turismo sportivo che prima si svolgeva a Montecatini. Stiamo lavorando per organizzarla al meglio come Associazione Albergatori con la collaborazione di Montecatini, la Regione Toscana, la Camera di Commercio e la Gestione associata del turismo e con Prenotazioni 24 ma anche con il sostegno di Moby e Toremar. Ci auguriamo che in quell'occasione l'Elba faccia vedere le sue potenzialità anche con l'organizzazione di eventi sportivi che sul territorio già ci sono e che in qualche modo devono coordinarsi. Dobbiamo trovare il modo per fare della Borsa del Turismo sportivo un'occasione di rilancio dell'Elba.

Poi ci sono altri progetti su cui stiamo lavorando fra i quali uno riguarda i contatti con la Corsica per la promozione di prodotti e c'è allo studio anche l'idea di poter ampliare i collegamenti fra la Corsica e l'Elba attraverso Corsica Ferries".

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Sport

Attualità