Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:PORTOFERRAIO10°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Attualità giovedì 22 ottobre 2020 ore 09:34

Emergenza Covid, "tutti rispettino le regole"

Manuel Anselmi
Manuel Anselmi, coordinatore Cgil Arcipelago livornese

Con l'aumento dei contagi arriva anche l'appello di Manuel Anselmi, coordinatore Cgil, che sottolinea come la sanità elbana sia in sofferenza



PORTOFERRAIO — "L'emergenza Covid si sta facendo sempre più preoccupante anche all'Isola d'Elba. I contagi purtroppo stanno aumentando e il sistema sociosanitario nel suo complesso inizia ad essere in sofferenza". 

Si apre così una nota di Manuel Anselmi, coordinatore Cgil Arcipelago livornese.

"Purtroppo molte persone si sono già dimenticate della situazione tragica che abbiamo vissuto soltanto pochi mesi fa. - aggiunge Anselmi - Serve un'inversione di tendenza e più responsabilità da parte di tutti. Non possiamo rischiare che i contagi continuino ad aumentare. Ognuno di noi deve assumersi le proprie responsabilità e smettere di pensare solo a sé stesso."

"Le regole da rispettare per evitare il contagio sono poche e semplici: molti cittadini però continuano a non seguirle e ad avere un atteggiamento pericolosamente superficiale. - sottolinea Anselmi -In molti non hanno ancora capito con quanta facilità può essere trasmesso questo virus. Serve più maturità, da parte di tutti. Al centro deve tornare il rispetto di sé e degli altri".

Anselmi chiede quindi "Un rispetto soprattutto nei confronti di quelle lavoratrici e di quei lavoratori che garantiscono servizi di pubblica utilità, come ad esempio medici, infermieri, operatori sociosanitari, personale dei supermercati o addetti al front-office degli uffici, solo per fare qualche esempio. Quelle lavoratrici e quei lavoratori che fino a pochi mesi fa venivano definiti “eroi” adesso tornano a rischiare la propria vita a causa del non rispetto delle norme anticontagio da parte di molti cittadini egoisti e superficiali". 

"Evidentemente chi non rispetta le regole per evitare il contagio non ha vissuto sulla propria pelle il dramma di familiari o amici colpiti da questo virus così tremendo e subdolo. - conclude il coordinatore Cgil - Invitiamo perciò tutti, ancora una volta, a seguire le regole anticontagio: il rispetto di questi pochi e semplici accorgimenti può salvare una vita."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità