Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nespoli: «Io come la mia Inter, poche vittorie ma di gran cuore»

Attualità venerdì 23 aprile 2021 ore 06:30

Un convegno organizzato dal primario Cecchetti

Il dottor Riccardo Cecchetti, primario di Medicina dell'ospedale di Portoferraio

Il convegno si svolgerà online nel pomeriggio e avrà come tema lo studio interdisciplinare delle malattie reumatiche autoimmuni e il polmone



PORTOFERRAIO — Oggi 23 Aprile si terrà online  dalle 15 alle 18,30 un convegno multidisciplinare dal titolo Le malattie reumatiche autoimmuni e il polmone.

Il convegno è organizzato dal dottor Riccardo Cecchetti (che ne è anche co-responsabile scientifico), direttore della Uoc Medicina Interna e Servizio di Reumatologia dell’Ospedale di Portoferraio. 

Al convegno parteciperanno alcuni fra i più importanti esperti reumatologi, pneumologi e radiologi, provenienti dalle Università di Siena e di Modena.

“Le patologie reumatiche autoimmuni in cui si può verificare un interessamento polmonare interstiziale – afferma il dottor Cecchetti - sono l'artrite reumatoide, la sclerosi sistemica e le miositi”. 

“La fibrosi polmonare – prosegue Cecchetti - è una malattia cronica progressiva che si manifesta in genere in età adulta, colpisce più spesso gli uomini che le donne e fa parte del gruppo delle interstiziopatie polmonari. La sua forma più comune è quella idiopatica, cioè senza una causa conosciuta, ma può anche essere secondaria a malattie reumatologiche. In alcune malattie reumatiche si può verificare un interessamento polmonare interstiziale, che in determinati casi può avere una progressione molto rapida e severa. Le malattie reumatologiche che possono essere caratterizzate da queste complicazioni sono da una parte l'artrite reumatoide, che però non è una malattia rara, e dall'altra malattie rare come la sclerodermia e le miositi, ovvero le malattie infiammatorie del muscolo, specialmente nella forma da anticorpi antisintetasi”. 

“La diagnosi di queste condizioni - spiega il primario - è abbastanza complessa e si avvale dei test della funzione polmonare e della Tac del polmone ad alta risoluzione. Nelle fasi precoci è stato proposto anche l'uso dell'ecografia polmonare, che si è mostrata utile per identificare proprio quei pazienti che presentano alterazioni e destinati alla Tac, evitando agli altri normali di essere sottoposti a radiazioni". 

“La collaborazione multidisciplinare - conclude il dottor Cecchetti - è molto importante e in questo caso avviene fra il reumatologo, lo pneumologo e il radiologo. È essenziale che nel corso delle sedute multidisciplinari queste 3 figure specialistich eanalizzino insieme i casi clinici e si confrontino, in modo da poter prendere le decisioni migliori per il paziente”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato trasferito in codice rosso al Pronto soccorso dell'ospedale elbano perché l'elisoccorso non era disponibile nell'immediato
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità