Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:44 METEO:PORTOFERRAIO18°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Ecco i cani robot cinesi progettati per uccidere, il video sembra un film di fantascienza

Attualità sabato 16 settembre 2017 ore 15:45

​Iniziato l'anno scolastico al Foresi – Brignetti

Manrico Murzi e il preside Fazio

L'incontro del preside Fazio con gli alunni del primo anno di tutti gli indirizzi, per le ultime due classi la prolusione di Manrico Murzi



PORTOFERRAIO — E' iniziato venerdì 15 settembre il nuovo anno scolastico anche all'istituto “Foresi” di Portoferraio. Appuntamento nell'Aula Magna del plesso di via Bini (Grigolo) per gli alunni del primo anno e dell'ultima e della penultima classe.
Alle 8:30, gli alunni del primo anno, di tutti gli indirizzi, si sono incontrati con il Dirigente scolastico, Enzo Giorgio Fazio e con i docenti. Il Preside ha dato il benvenuto ai nuovi iscritti, sottolineando il valore dello studio e della più generale esperienza scolastica. Ha poi indicato alcuni aspetti del regolamento d'Istituto, in particolare per quanto riguarda le entrate in ritardo e le uscite anticipate. “Le regole – ha detto Fazio – servono per rispettare le persone e la funzione della scuola”. E sul rispetto delle persone ha insistito, parlando di nessuna tolleranza nei confronti di eventuali atti di non-rispetto, di sopruso o di di violenza nei confronti di alunni o del personale della scuola.
Successivamente, mentre le classi seconde e terze si ritrovavano nei rispettivi plessi, nell'Aula Magna era la volta degli alunni delle ultime due classi. In linea con una modalità avviata lo scorso anno, il momento iniziale è stato affidato alla prolusione di una eccellenza elbana, Manrico Murzi, scrittore e giornalista, autore di numerose pubblicazioni. Il “poeta giramondo”, chiamato così per i suoi molti viaggi in tanti Paesi del pianeta, ha parlato di “poesia come libertà”. Il poeta vero è libero, non asservito a nessuna ideologia, cerca la verità attraverso l'ascolto della voce interiore, di quella dimensione profonda dell'uomo che è lo spirito. Il poeta ha solo il legame con le sue parole. “La realtà del poeta è acustica, del suono che rompe il silenzio”, ha affermato Murzi, che, oltre a citare Omero, Ungaretti, Jimenez e altri, ha letto alcune sue poesie come “Ultimo piano”. L'intervento si è concluso con il riferimento alla sua Elba, ispiratrice della poesia, soprattutto con le mille voci del mare che sono entrate dentro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un giovane è stato soccorso dai volontari della Pubblica Assistenza su un sentiero impervio e poi trasferito in elisoccorso fuori Elba
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Cronaca

Cronaca

Elezioni