Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:31 METEO:PORTOFERRAIO23°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 20 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tutti condannati per l'omicidio di Desirée

Attualità giovedì 07 giugno 2018 ore 07:35

​I sogni dei bambini in una mostra

Protagonisti i bimbi delle prme elementari. La maestra Miliani: “Quaranta lavori esposti fino all’otto giugno nell’aula magna dell’Isituto”



MARINA DI CAMPO — Conchiglie, bottoni, stoffe, veli, tronchetti, fogli e scatole di cartone sono stati i mezzi espressivi che hanno dato forma fisica ai sogni di quaranta bambini delle due prime elementari di Marina di Campo che, spinti dall’ispirazione e dai colori intensi di pittori onirici e surrealisti, hanno messo in mostra le loro visioni interiori, sospese tra elementi della realtà ed immagini fantastiche, come porte di una dimensione immediata e primitiva che si perde in un intrico di archetipi sepolti nell’inconscio, emerso a sua volta grazie alle mani dell’arte e della pittura.

Fortunatamente, il mistero del sogno rimane e la sua congiunzione con l’ignoto è da sempre insondabile: è forse la chiave di lettura dell’aldilà?

L’allestimento “I sogni son desideri”, realizzato sotto l’egida della docente Annarita Miliani (dove è presente anche la mostra della maestra Michela Montalbano e dei suoi bambini) sarà aperto al pubblico fino all’otto giugno presso l’aula magna del plesso scolastico campese (scuole medie), durante l’orario di apertura dell’Istituto; ma quando nasce questa idea?

“L’estate scorsa – racconta Annarita Miliani - seguivo un corso di aggiornamento digitale a Portoferraio e mi annoiavo a morte; sarà perché non amo particolarmente la tecnologia. L’unica cosa che mi fece drizzare le orecchie è stato quando ho sentito parlare del pittore fiorentino Silvano Campeggi “, il cui nome è legato all’attività di cartellonista per celebri film di Hollywood come Casablanca e Colazione da Tiffany, “ e del suo libro Disegnare i sogni; dopo questa rivelazione ne parlai con Lucia Taccola, docente di Arte; e parlando di sogni con lei è nata l’idea delle scatole, contenitori di cose segrete; così ho cominciato a lavorare in questa direzione, facendo vedere ai bambini delle due prime i quadri di Joan Miró e di Gustav Klimt”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mobilitazione per cercare un anziano disperso nei boschi tra Procchio e la Biodola. Attivato l'elicottero dei vigili del fuoco e le unità cinofile
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca