QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°19° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 16 ottobre 2019

Attualità sabato 31 marzo 2018 ore 20:41

Ospedale elbano, "grazie ai nostri angeli"

immagini di repertorio

Alla vigilia della Santa Pasqua il ringraziamento di un elbano che per la prima volta ha avuto bisogno del "suo" ospedale e ne è rimasto sorpreso



CAPOLIVERI — Quante cose si sente dire del nostro ospedale ….molte volte anche bruttissime come se stesse esalando il suo ultimo respiro.

Un baraccone burocratico ed un teatro con degli artisti finti ed anche incapaci da mettere subito in soffitta.

Poi un giorno tocca a te…..devi entrare anche tu a vedere che spettacolo ti offrono, magari controvoglia e senza aver pagato nessun biglietto.

Sono dentro il pronto soccorso gia’ disteso su un letto e mentre guardo il soffitto penso: ora inizia lo spettacolo.

Infatti dopo qualche minuto la saletta si anima, gli artisti sono vestiti di bianco ma non recitano nessun copione,mi circondano , sono gentili, molto professionali quasi amorevoli.

Mi tempestano di domande…vogliono sapere tutto ed annotano tutto poi il dottore da il pronti-via e si scatena l’inferno:Subito mi hanno messo l’ossigeno perché respiravo male poi a seguire gli elettrodi per l’elettrocardiogramma e poi:

---esami del sangue—lastra al torace--- aereosol---e per ultimo un esame che ho molto amato : il famigerato Emogas .

Io che ho il terrore degli aghi quando me l’hanno infilato nell’arteria del polso ho avuto come un sussulto e mi sono trattenuto perché , primo perchè il bel sorriso dell’infermiera che aveva infilato l’ago era molto penetrante , secondo perchè un altro sussulto di altro genere mi ha per un attimo distolto dal dolore.

Un codice rosso con l’elicottero in arrivo .

Un infermiera molto carina ed educata mi dice :

La spostiamo un attimo, tanto abbiamo fatto tutto …..siamo in attesa dei risultati …noi abbiamo un’emergenza .

Di fronte a me si scatena l’inferno …una concitazione fatta di persone che corrono , che si incrociano ognuna col suo compito .

Arriva la barella iniziano le operazioni prima al trotto poi al galoppo.

Nonostante cio’ un’altra infermiera…rallenta la corsa mi si avvicina e mi dice: Tutto bene? Porti un po’ di pazienza, siamo quasi pronti .

Infatti dopo poco tempo si sente il nitido e rombante rumore dell’elicottero che lascia l’ospedale.

Ritorna la calma … solo apparente perché arrivano altri due malati che vengono fatti accomodare .

Entra il dottor BASSI con la cartella sempre molto educato ma deciso ….lo vedo titubante….ho deciso di ricoverarti mi dice ….….voglio fare ulteriori accertamenti .

La solita infermiera senza che io aprissi bocca mi dice : stia tranquillo ,vado fuori ad informare sua moglie .

Dopo cinque minuti in carrozzina arrivo al reparto MEDICINA.

Due belle ragazze anche qui vestite di bianco mi accolgono e mi dicono: prego si accomodi….

Eccoci….allora voglio proprio godermi la seconda parte dello spettacolo.

Ben sistemato in un letto pulitissimo eccole di nuovo .

Signor BALDETTI …le devo fare un piccolo buchino per prelevarle del sangue , poi le misuriamo la febbre e rifacciamo l’ECG , il tutto con molta professionalita’ e …rimango colpito dalla delicatezza che ha avuto nell’infilare l’ago …quasi avessero paura.

Non ho ancora capito chi ha fatto chi ha detto loro che ho il terrore degli aghi….ma lo scopriro’ presto.

Poi arriva la cena…un po’ di riso in bianco….una svizzerina …un po’ di pure’ …una mela.

Poi si aprono le porte ai visitatori : di colpo entrano parenti, amici, familiari ….la saletta si anima all’improvviso …tutti vogliono sapere…il telefono comincia a suonare….tutti chiedono….una baraonda.

Poi finalmente tutto finisce….escono tutti…un po’ di riposo ci vuole dopo questa giornata tempestosa.

Causa la cura a base di cortisone , passo la prima notte passeggiando nel corridoio , leggendo un libro mentre intorno a me le ragazze in bianco sgambettano , escono…rientrano….non stanno ferme un attimo.

Arriva l’alba …mi faccio la barba dopo una nottata in bianco….mi lavo ….mi rendo piu’ presentabile e vado in camera.

Arriva un’altra infermiera …mi da il buongiorno con un bel sorriso e mi dice quasi impaurita:

Devo farle un altro buchino…guardi vede? Uso questa farfallina…le assicuro …non sentira’ niente……..

-Ma chi sara’ stato a spargere la voce??????

Con mano di fata….leggermente tremante ma decisa….infila l’ago ed in un attimo è pronta…

Toh…non sono svenuto…..ti immagini che figura????

-Arriva la colazione ….THE’ –LATTE---ORZO---LATTE MACCHIATO—BISCOTTI---MARMELLATE…c’è da scegliere.

Dopo un po’ c’è il giro del dottore con l’infermiera .

Il dottor QUERCI sicuro di se mi illustra subito il motivo del ricovero…parla degli esami e di quello che c’è ancora da fare ….legge attentamente…prende nota…parla solo dopo aver capito …legge e rilegge….

Mentre esce gli chiedo:

che facciamo con REAL? E’ dura ma ce la giochiamo mi risponde secco….

Poi arriva il pranzo….visita parenti…

Nel pomeriggio terapia antibiotica …un ago nel braccio sinistro ( ma questa volta nella cannula del pronto soccorso) e con il destro il mio libro.

Arriva la sera e mi attrezzo per la seconda nottata senza chiudere occhio….giro per i corridoi …e le ragazze sono al trotto….

L’alba mi trova intento a leggere …mi faccio la barba….mi rendo presentabile ( in parte) e mentre arrivo in camera mi si fa incontro un’altra (bella) ragazza con un sorriso smagliante :

Oggi finalmente niente buchino…..solo antibiotico .

_ULLALLA’ …prego si accomodi…prestandole il braccio ….tolga pure il tappo ……

Fatto…tutto a posto…..si rilassi ora….mi dice….

Arrivano i dottori…Querci mi dice che domani mi manda a casa con una cura appropriata ( e che va seguita) ….aveva gia’ capito che avevo fatto come mi pare…

Gli chiedo se puo’ darmi qualcosa per dormire…..tranquillo penso io mi dice sicuro…

Poi mangio un buon risotto al pomodoro con una svizzerina e del purè.

Arrivano i parenti…mia moglie…mio fratello e per finire LORENZO …che non è venuto affatto per verificare le mie condizioni ma ovviamente per prendermi per i fondelli che solo come lui sa fare.

Nel frattempo il telefono impazzisce….i ragazzi del bike park…i musicisti…..quelli della commedia …LORENZO GRIECO mi dice che finalmente hanno trovato il mio sostituto per il grande sacerdote della processione vivente.

Dopo un'altra mezz’ora di sopportazione finalmente LORENZO esce ed arriva un simpaticone di infermiere laziale che mi dice:

Per lei BALDETTI stasera pasticca BLU…..

BLU ????? ma non è che……boh…ingurgito senza discutere

Meno male che LORENZO è appena andato via altrimenti stavo fresco.

SONo le 21…. poi improvvisamente il buio….un buio cosi’ pesto non l’avevo mai visto.

Mi sveglio di soprassalto….guardo l’orologio sono le 4…..

Le quattro??????impossibile….

Mi alzo di scatto…esco nel corridoio….e vedo l’infermiera dal bel sorriso che mi dice:

Oh buongiorno signor BALDETTI….finalmente ha dormito…ed anche bene sa??? Sono venuta a controllare ….sono contenta che abbia riposato….

Arriva un dottore con la barba…gentilissimo…

Oggi va a casa le preparo tutto io…la cura ed anche le ricette….

Tutto lo staff ha un gran sorriso…faccio la borsa….saluto e ringrazio tutti…

Ritorno nel mondo esterno…mi giro…. guardo l’Ospedale e penso…ecco cosa c’è dietro :

Dottori premurosi—infermiere ed infermieri professionali ed educate, che trottano …che prendono la nave di corsa…che arrivano col ponente ….ma sempre con un bel sorriso.

Proprio un bello spettacolo.

Del dottor UMBERTO CIGNONI e della DOTTORESSA MESSINA FRANCESCA non ne parlo….loro sono molto schivi e si arrabbierebbero…dico solo che non mi hanno mai lasciato un attimo…

GRAZIE ragazzi

GRAZIE OSPEDALE

GRAZIE ELBA

Alberto Baldetti



Tag

Renzi e Salvini d'accordo su Raggi: «Vada a casa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Sport

Attualità