Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:07 METEO:PORTOFERRAIO15°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità sabato 25 settembre 2021 ore 19:20

Dissalatore, "fermiamo un'opera dannosa"

Walter Montagna, sindaco di Capoliveri

Walter Montagna, sindaco di Capoliveri, replica ad Autorità Idrica Toscana e sottolinea come i costi dell'opera in parte saranno nelle bollette



CAPOLIVERI — "L' Autorità Idrica Toscana esterna una qual certa irrequietezza nel voler difendere il progetto del dissalatore e nel voler scardinare la tesi del Comune di Capoliveri, ma questa amministrazione non intende tornare indietro e continuerà a lavorare perché questo impianto, che reputa dannoso per l'ambiente e l'economia del territorio, non venga realizzato".

Si apre così la replica di Walter Montagna, sindaco di Capoliveri, alle dichiarazioni di Autorità Idrica Toscana sul progetto del dissalatore di Mola (leggi qui l'articolo).

"Abbiamo sostenuto con forza che questa soluzione non è fattibile sulla nostra isola, non almeno con queste modalità, né aggiungo con questi costi. - prosegue Montagna - Come sottolineato anche nel corso del question time alla Camera dei Deputati dall'onorevole Cosimo Ferri, l'opera inciderebbe negativamente sull'ambiente con gravi ripercussioni per il territorio. Ma c'è di più, si continua a sostenere che l'opera è interamente finanziata. Non è cosi. Come si evince dalla risposta all'interrogazione parlamentare da.parte del sottosegretario Fontana (https://webtv.camera.it/evento/18934) l'opera costerà oltre 14 milioni di euro di cui 8 milioni sostenuti con finanziamenti pubblici è vero, ma la restante parte grazie alla tariffa del servizio idrico e quindi a carico diretto dei cittadini - che ricordo - quest'opera, così come prospettata, non la vogliono". 

"Manca la capacità di ascolto, ma invito ancora una volta tutte le parti coinvolte a riflettere su quanto si sta facendolo. - sottolinea Montagna- Non è mai troppo tardi per rivedere le proprie posizioni e studiare con il territorio soluzioni alternative ad un'opera che lascia molti, troppi dubbi di fattibilità. A tal proposito rispondo ad Ait su una questione ben precisa: spreco di denaro pubblico. In merito non intendo prendere lezione da altri"

"Vorrei invece che chi solleva questo tema, esaminasse seriamente l'iter che ha portato alla realizzazione dell'impianto del Buraccio solo per fare un esempio. E di come il denaro pubblico sia spesso stato speso in maniera non consona, vedi la moratoria che il nostro paese si trova a dover pagare all'Europa, per scelte spesso sbagliate e non condivise da e con la popolazione", conclude il sindaco di Capoliveri.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mentre erano in corso le operazioni di bonifica dell'incendio scoppiato questa mattina, in serata il fuoco ha preso di nuovo vigore spinto dal vento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità