Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:25 METEO:PORTOFERRAIO25°30°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 07 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Johnson: «Sono triste, lascio il lavoro più bello del mondo»

Attualità lunedì 31 agosto 2020 ore 10:46

Nata una nuova associazione per valorizzare l'Elba

Campo nell'elba
Foto di Amerigo Dini (Facebook)

Si chiama "Rinascita naturale culturale dell'isola d'Elba" ed è nata da un movimento culturale durante il periodo del Coronavirus



CAMPO NELL'ELBA — In tempi di coronavirus all'Isola si è creato un movimento culturale e sociale nuovo, aperto a chiunque, rivolto a tutti gli enti pubblici e privati, alla gente, chiamato "Rinascita naturale culturale dell’Isola d’Elba".

L'associazione punta a dare una radicale svolta nella vita dell'isola "Per realizzare una economia sostenibile in grado di attuare una vita civile che valorizzi, conservi e tuteli l’ambiente naturale insulare e le sue tradizioni culturali e sociali", come si legge nel primo documento fatto circolare sabato, presentandolo intanto a Eugenio Giani intervenuto in questi giorni per la sua campagna elettorale, quale candidato alla presidenza della Regione Toscana. Il team gestionale del movimento coinvolgerà in seguito tutti gli altri esponenti, i sindaci ed il parco.

Primi animatori e firmatari sono Donato Creti, giornalista e aromatiere, Patrizia Lupi, presidente della Pro Loco di Marciana Marina e anch'essa giornalista, Graziano Rinaldi, imprenditore turistico, Rossana Galletti, imprenditrice, Davide Fabbri e Michele Francia, imprenditori agricoli, Sara Esposito dell'azienda agricola "Regali Rurali" ed altri che stanno aderendo.

Nel documento si fa anche riferimento al fatto che  "Un benessere economico duraturo deve partire da ciò che già esiste sull'isola, come patrimonio naturale e culturale. L’Elba è in Toscana particolarmente vocata ad una biodiversità sia botanica che zoologica, a terra ed in mare, per cui la presenza di fauna non originaria, come gli ungulati, va eradicata nel tempo, in quanto animali che non sono specie autoctone e mettono da lustri in pericolo l'ambiente tipico esistente, le colture e le persone".

Lo sguardo del movimento va verso "un'Elba verde quindi a 360 gradi che punti su trasporti ad elettricità su gomma, ad eliminare qualsiasi fonte di inquinamento ed avvii un'espansione culturale profittando di patrimoni che pochi altri territori nel Mediterraneo hanno, favorendo agricoltura e prodotti naturali tipici".

I firmatari chiedono adesioni e lo sviluppo di unità di intenti per raggiungere tali obiettivi, superando assurde divisioni, per conquistare un vero progresso ed il benessere nel territorio insulare. Per altri chiarimenti o adesioni è possibile scrivere a donato.creti@hotmail.com.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È partito da Empoli con la sua bicicletta speciale da lui realizzata per raccogliere fondi a sostegno di un gruppo di ragazzi down di Fermo
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Lavoro

Attualità

Attualità