Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:23 METEO:PORTOFERRAIO11°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 11 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, sparatoria in una scuola a Kazan: gli spari e gli studenti in fuga dalla finestre

Cronaca martedì 20 aprile 2021 ore 17:30

In auto con armi e droga, padre e figlio nei guai

Due uomini, padre e figlio, sono stati fermati dai carabinieri durante un controllo in strada. Il figlio è stato posto agli arresti domiciliari



CAMPO NELL'ELBA — Alle prime ore dell'alba di alcuni giorni fa, una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri, durante un controllo a Procchio, ha fermato un veicolo con a bordo due persone. 

Durante il controllo, i militari hanno scoperto che il conducente, un 41enne pregiudicato di origini siciliane, aveva un grosso coltello a scatto, circostanza che risulta sempre vietata. Il coltello, come si legge nella nota del Comando carabinieri di Portoferraio, era  aperto e tenuto in una tasca laterale della portiera dal lato guida dell’auto. L'uomo inoltre aveva una patente di guida risultata falsa.

Durante le fasi del controllo, figlio 20enne dell'uomo, che si trovava con lui, avrebbe cercato di disfarsi di una piccola quantità di hashish. Ciò ha condotto alla perquisizione del giovane, nel cui zainetto è stato ritrovato un grosso coltello a serramanico.

I carabinieri hanno perciò chiesto supporto ai colleghi di Campo nell’Elba per eseguire rapidamente una perquisizione domiciliare.

I carabinieri spiegano nella nota che nella camera da letto del giovane è stato trovato quasi un etto di hashish già suddiviso e confezionato in quantitativi di diverso peso, oltre a una bilancia elettronica per la suddivisione della sostanza da destinare presumibilmente al mercato dello spaccio.

Nonostante fosse incensurato, per il giovane sono quindi scattate le manette, rendendosi necessaria l'esigenza cautelare per il concreto e attuale pericolo che potesse reiterare il reato. 

Vista la situazione sanitaria emergenziale da Covid-19, il pubblico ministero di turno ha disposto gli arresti domiciliari per il ventenne, poi sostituiti dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Livorno con l'obbligo di firma, in considerazione della giovane età dell’indagato.

Il padre invece è stato denunciato a piede libero per porto abusivo d’arma, guida senza patente e possesso di documento falso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

CORONAVIRUS