Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PORTOFERRAIO14°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorprende i ladri nel suo bar: la reazione disperata della negoziante che protegge l’incasso

Cronaca martedì 31 ottobre 2023 ore 16:48

L'Elba piange lo scrittore Ernesto Ferrero

Ernesto Ferrero (foto Facebook Salone internazionale del libro)

L'isola è stata il suo luogo del cuore e proprio all'Elba Ferrero ha scritto anche il romanzo N dedicato a Napoleone Bonaparte



TORINO — All'età di 85 anni è scomparso lo scrittore Ernesto Ferrero, torinese ma con un profondo legame con l'isola d'Elba tanto che era stato recentemente nominato cittadini onorario del Comune di Marciana.

Tanti i messaggi di cordoglio che anche sull'isola ricordano l'uomo di cultura.

"L’amministrazione comunale di Portoferraio - si legge in una nota - esprime il proprio cordoglio per la scomparsa di Ernesto Ferrero, il signore dei libri, avvenuta oggi a Torino, sua città natale, all’età di 85 anni dopo una lunga malattia. Molto legato all’isola d’Elba, scoperta molti anni fa per la sua passione per le vicende legate a Napoleone Bonaparte, Ferrero – dopo esserne stato a lungo componente - era l’attuale presidente della giuria del premio letterario internazionale Isola d’Elba intitolato a Raffaello Brignetti, da lui vinto nel 2003 con il libro ‘Lezioni napoleoniche sulla natura degli uomini, le tecniche del buon governo e l’arte di gestire le sconfitte’, edito da Mondadori. Tra i suoi grandi successi letterari spicca ‘N’, vincitore dell’edizione 2000 del ‘Premio Strega’, nel quale ricostruisce i 300 giorni di Napoleone all’isola d’Elba attraverso il diario del suo bibliotecario".

“E’ una grande perdita – dice il sindaco Angelo Zini – per il mondo della cultura, per la nostra città, della quale era cittadino onorario dal 2000, e per la nostra isola. Ci stringiamo con affetto ai familiari ed al comitato organizzatore del premio letterario ‘Isola d’Elba-Raffaello Brignetti’ ai quali vanno le nostre sincere condoglianze”.

Ferrero era anche stato presidente della giuria del Premio letterario "Casalini", rivolto ai detenuti delle carceri d'Italia e nato nel carcere di Porto Azzurro.

"Il gruppo di lavoro del Salone Internazionale del Libro di Torino partecipa commosso e con grande dolore al cordoglio per la scomparsa di Ernesto Ferrero e si stringe con affetto alla moglie Carla, alle figlie Chiara e Silvia, alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che l'hanno conosciuto e apprezzato. Porteremo sempre nel nostro cuore il suo impegno instancabile e la sua dedizione verso la promozione della lettura, del libro e della letteratura, ma soprattutto la generosità, la gentilezza e l’ironia che lo hanno contraddistinto sul lavoro e nella vita.La sua visione e il suo lavoro hanno trasformato il Salone Internazionale del Libro, che ha diretto dal 1998 al 2016, in un luogo di incontro, dialogo e confronto tra autrici e autori, lettrici e lettori, uno spazio in cui l'amore per la lettura e la conoscenza hanno creato anno dopo anno una comunità sempre più grande. Il suo esempio ci sarà sempre da guida per gli anni che verranno", si legge sulla pagina Facebook del Salone internazionale del libro di Torino.


"Si è spento a 85 anni, dopo una lunga malattia, Ernesto Ferrero. Intellettuale a tutto campo, scrittore e saggista noto per il suo contributo alla letteratura italiana e acuto osservatore della società. Presidente del Premio letterario Isola d’Elba intitolato a Raffaello Brignetti, passava molto tempo sull’isola, portando avanti con impegno e passione il suo ruolo di presidente con contributi importanti per lo sviluppo del premio. Collaborava gomito a gomito con la giuria letteraria e con il comitato promotore e spesso le sue intuizioni si sono rivelate vincenti. "Ferrero lascia un vuoto incolmabile - dichiara Roberto Marini - presidente del comitato promotore, nel tempo trascorso con lui ho appreso molto. Era un uomo di grande cultura che sapeva comunicare con gli altri in modo estremamente efficace. È una giornata triste e il mio pensiero va alla moglie Carla e a tutta la famiglia, a loro esprimo le mie sentite e sincere condoglianze. Ernesto Ferrero era cittadino onorario di Portoferraio e commendatore all’Ordine del merito della Repubblica italiana dal 2012 quando il Presidente Napolitano gli ha conferito l’onorificenza. Ferrero era nato a Torino nel 1938. Ernesto Ferrero un uomo acuto, gentile, ironico, questi i suoi tratti distintivi umani e di scrittura, un modello di cultura che rimarrà un esempio", questo il ricordo dell'organizzazione del Premio Brignetti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un 20enne è accusato di tentato omicidio della madre. È stato arrestato e condotto presso il carcere di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità