comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 13°15° 
Domani 12°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 29 marzo 2020
corriere tv
L'Albania invia medici e infermieri: «Non dimentichiamo l'Italia che ci ha aiutato»

Politica sabato 28 dicembre 2019 ore 18:06

Zini fa il punto dopo 7 mesi di amministrazione

Da sinistra Nadia Mazzei, Luca Baldi e Angelo Zini

Il sindaco di Portoferraio ha annunciato che partirà un grande cantiere di manutenzione delle strade. Nuove assunzioni solo dopo l'ok al bilancio



PORTOFERRAIO — Il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini, questa mattina durante una conferenza stampa ha fatto il punto sui primi sette mesi di amministrazione, sottolineando come il vero inizio di mandato amministrativo in realtà inizi con il 2020. I sette mesi trascorsi dopo l'insediamento della nuova amministrazione, come ha dichiarato Zini, sono serviti per prendere contatto diretto con tutte le criticità presenti e per poter impostare un importante lavoro di riorganizzazione della macchina amministrativa, dei servizi e degli interventi prioritari sulla città

A questo proposito il sindaco ha evidenziato come nei primi mesi del 2020 ci saranno importanti interventi di manutenzione su tutto il territorio ed in particolare sulle strade che versano in condizioni critiche. Il sindaco ha anche ammesso che l'amministrazione è in ritardo con alcuni obiettivi che si era prefissata ma sui quali stanno lavorando. Sono tre i principali provvedimenti da portare a termine nel brevissimo tempo: risolvere le criticità della società partecipata Cosimo de' Medici, considerata il braccio operativo del Comune, approvare il bilancio consolidato 2018 e approvare il bilancio di previsione 2020.

Mazzei, Baldi, Zini e Pisani

Questi provvedimenti sono fondamentali, secondo il sindaco, per far ripartire al meglio tutta la struttura organizzativa e per sbloccare anche le assunzioni previste. Un altro degli aspetti sottolineati dal sindaco è quello della necessità di lavorare per creare punti di aggregazione sociale e offerte culturali, attività molto impegnativa per la quale, come ha sottolineato Zini servirebbe un apposito staff che non c'è. Zini ha inoltre spiegato che in questi mesi l'amministrazione si è trovata di fronte a questioni complesse ereditate dal passato come quella della zona Peep Albereto, del Peep Val di Denari, del Piano regolatore portuale di San Giovanni, dell'Eurospin e del Porto Cantieri. Inoltre gli strumenti urbanistici sono scaduti e quindi entro giugno dovrà essere dato avvio alla formazione del nuovo Piano strutturale e al nuovo Piano operativo comunale. Ci sono poi altre questioni importanti da affrontare, come ha sottolineato Zini, che riguardano non solo il degrado evidente di alcuni edifici e zone ma che si associano in alcuni casi anche ad una emergenza sociale. In particolare gli edifici che presentano maggiori criticità sono l'ex ospedale civile, l'ex caserma della finanza, il mercato coperto, gli ex macelli, la ex caserma della polizia stradale, il palazzo Coppedè e le ex poste. 

Per alcuni di questi edifici l'amministrazione sta valutando alcune idee anche in collaborazione con altri enti. In particolare per la ex caserma della finanza, che però vede anche la proprietà demaniale, ci sarebbe l'interesse di varie università. Per quanto riguarda invece la ex sede della polizia stradale il Comune ristrutturerà l'edificio con l'idea di collocarvi la sede della Protezione civile comunale e del 118. Mentre per gli ex macelli è in corso un dialogo sia con l'Asl che con la Regione Toscana per farne sede di servizi distrettuali e sanitari e una foresteria per i dipendenti Asl. Per quanto riguarda invece la questione di nuove attività commerciali, il vicesindaco di Portoferraio, Luca Baldi, ha spiegato che attualmente in Comune non sono stati presentati procedimenti e quini non è al momento possibile avere informazioni.

Un altro aspetto dal punto di vista del sociale sottolineato dal vicesindaco Baldi è stato quello dell'emergenza abitativa che è un problema molto importante e per il quale l'amministrazione sta lavorando, nonostante al momento non ci siano alloggi disponibili. A questo proposito è stato dato un contributo alla Caritas che si occupa della mensa per le persone in difficoltà ed è stato riaperto il dialogo anche con gli assistenti sociali per trovare il modo di gestire le varie situazioni critiche.

Inoltre fra i vari interventi previsti c'è anche quello per contrastare il fenomeno di erosione della costa da Magazzini a San Giovanni, come spiegato dall'assessore Leo Lupi. Infatti il progetto risale al 2017 ma non era mai stato presentato alla Regione il progetto definitivo che invece l'attuale amministrazione ha presentato e che prevede un ripascimento per un importo di circa un milione di euro.

Infine, come ha spiegato l'assessore Idilio Pisani, è in via di definizione una collaborazione con Asa per intervenire sulle fogne, in particolare nel centro storico, per separare appunto lo scarico delle acque sporche dalle acque piovane per poter così risolvere il problema degli allagamenti nei casi di pioggia più forte.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità