Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità giovedì 26 luglio 2018 ore 06:30

Via al Chicchero, l'accesso via mare alla città

Il Chicchero attraccato a San Giovanni

La corsa inaugurale alla presenza dei promotori dell'iniziativa, l'amministrazione comunale e l'Associazione Albergatori



PORTOFERRAIO — Sono partite nella mattinata di mercoledì 25 aprile le prime corse del Chicchero, la motobarca che collegherà San Giovanni con Portoferraio e con alcune spiagge della rada, grazie all'iniziativa del Comune di Portoferraio e dell'Associazione Albergatori, finanziata con il contributo del progetto Civitas Destinations - Elba Sharing.

Alla corsa inaugurale, alla quale erano stati invitati i giornalisti delle testate locali, erano presenti fra gli altri numerosi rappresentanti dell'amministrazione comunale di Portoferraio con in testa il sindaco Mario Ferrari, il presidente dell'associazione Albergatori Massimo De Ferrari e i primi passeggeri del servizio, che sarà gratuito per tutti i residenti all'isola d'Elba.

Il natante che svolge il servizio per conto della società che si è aggiudicata l'appalto, la Riviera Shipping, può trasportare fino a 45 persone e raggiunge il molo Gallo di Portoferraio partendo da San Giovanni in 5 minuti. Le partenze previste, sul percorso che oltre ad arrivare sul Molo Gallo raggiungeranno anche l'hotel Fabricia e le località  Magazzini, Ottone e Bagnaia, avranno delle tariffe che oscillano fra 1 e 6 euro a seconda del percorso scelto, e saranno appunto  gratuite per i residenti e per i bambini fino a 6 anni.

"Un  risultato positivo che attendevamo da tempo - ha commentato il sindaco Mario Ferrari -  per decongestionare il  traffico veicolare verso il centro storico con una nuova porta di accesso al cuore del paese, ma anche per  la possibilità di vedere Portoferraio da un altro  punto di vista, con una traversata comoda e rilassante".

"Abbiamo faticato un po' per ripristinare il servizio che come sapete è stato interrotto per un po' di anni  - ha detto a sua volta il presidente degli Albergatori De Ferrari -  è il primo passo di un  progetto che non consiste  soltanto nel collegamento d'accesso a Portoferraio  ma anche in un percorso alternativo per aprire l'accesso alle spiagge libere e alle  zone meno accessibili; l'Elba non è fatta soltanto di 4 grandi spiagge, è fatta anche di tante piccole cose belle che devono essere accessibili  per essere scoperte. Puntiamo a creare un percorso virtuoso e alternativo, anche ad uso e consumo degli alberghi che si affacciano sulla rada di Portoferraio per offrire una importante alternativa ai loro clienti."

"Si è concretizzato finalmente un obiettivo che ci eravamo prefissi - ha aggiunto l'assessore portoferraiese Angelo Del Mastro - non solo un collegamento fine a se stesso ma anche un percorso turistico che  permette di vedere la bellezza della nostra rada nella sua interezza. Un investimento di circa 30mila euro dal progetto Civitas Destinations, che oltretutto va a completare quello che è il Cammino della Rada, un percorso una volta solo virtuale ma oggi effettivo, che collega Portoferraio a San Giovanni fino alla Villa Romana delle Grotte".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il traffico di sostanze stupefacenti è stato individuato dai carabinieri grazie all'intercettazione di un pacco postale contenente marijuana
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Cultura

Cultura