Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 21 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 22 maggio 2019 ore 18:00

Sanità, Fials spiega la sua posizione

Ospedale di Portoferraio

Il sindacato Fials prende le distanze da Cisl e Uil e chiede che l'Usl spenda per il personale elbano i soldi stanziati per il "Progetto Elba"



PORTOFERRAIO — Il Fials ( Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità) prende le distanze dallo sciopero della sanità elbana, convocato per la giornata odierna da Cisl e Uil, e spiega le sue ragioni.

"Lo sciopero è una scelta seria che costa ai lavoratori - spiegano da Fials - e non può essere strumento di propaganda dei sindacati campioni di incoerenza con le loro lacrime di coccodrillo".

"Qualche esempio? - proseguono da Fials - Il Patto per la salute sottoscritto dai soliti sindacati Confederali con la Regione Toscana che permette il turn over solo per 2019 dimenticando di coprire tutti i posti lasciati liberi gli anni precedenti, per pensionamenti, dimissioni, mobilità... e poi fingono di essere solidali con i lavoratori per le carenze di organico e gli eccessivi carichi di lavoro".

Queste le accuse mosse da Fials che prosegue: "Il Fials coerentemente non ha firmato perché non ha voluto favorire il disegno della Regione Toscana di risparmiare sulla spesa del personale. Il Documento di Programmazione 2018-2019 USL N.O. è stato sostenuto dai sindacati Confederali nonostante preveda per gli ospedali di Portoferraio e Volterra una Area unica di degenza con posti letto di medicina e chirurgia in piattaforme uniche ed integrate di ricovero...e poi fingono di criticare l’inappropriatezza delle cure e il taglio dei posti letto".

"Il Fials coerentemente si è subito opposto - proseguono - a questo piano di programmazione che penalizza gli ospedali zonali riducendoli ad un grande poliambulatorio. la Legge Regionale 84/2015 che ha prodotto Aziende 'gigantesche', ingestibili per catene di comando lontane dai punti di erogazione dei servizi e dai bisogni dei cittadini, ma ciò nonostante è stata sostenuta dai sindacati confederali... e poi fingono di lamentarsi per la progressiva distruzione delle realtà sanitarie periferiche".

"Il Fials - aggiungono - unico sindacato a raccogliere le firme per il referendum abrogativo per cancellare questa riorganizzazione dannosa del servizio sanitario regionale…e intanto la Usl sta spendendo i soldi del Progetto Elba senza confronto: si tratta di oltre mezzo milione di Euro che il Fials pretende siano finalizzati al personale sanitario Elbano diversamente denuncerà la Direzione Aziendale".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due uomini, padre e figlio, sono stati fermati dai carabinieri durante un controllo in strada. Il figlio è stato posto agli arresti domiciliari
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Sport

Sport

Attualità