Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:19 METEO:PORTOFERRAIO21°36°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 07 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

Attualità giovedì 03 marzo 2022 ore 09:53

Sanità Elba, Comitati insoddisfatti delle promesse

A segnalare criticità soprattutto al Pronto soccorso sono Elba Salute e Miglioriamo l'ospedale elbano. Oltre 4.000 firme per la sub-intensiva



PORTOFERRAIO — "La fantasia che sovrasta la cruda realtà. Questo il titolo che potrebbe rappresentare quanto accade all’Isola d’Elba nella sanità, in particolare nella data di ieri, 2 Marzo 2022. Mentre a poche centinaia di metri di distanza la Asl Toscana Nord Ovest e la Regione, rappresentata dall’assessore Bezzini, mettevano in atto la solita strategia per addolcire la pillola agli elbani, mostrando un ottimismo a dir poco fuori luogo, al pronto soccorso succedeva di tutto". 

A segnalare quanto sarebbe accaduto al Pronto soccorso dell'ospedale di Portoferraio sono il Comitato Elba Salute e il gruppo Facebook "Miglioriamo l'ospedale elbano".

"Da fonti informate, un paziente in attesa di essere visitato, sembrerebbe, - scrivono i due Comitati di cittadini - l’uso del condizionale è d’obbligo poiché noi non eravamo presenti, che di turno al Pronto soccorso ci fosse solo un medico coadiuvato da tre infermieri, di cui uno, come consuetudine, assegnato al triage. La situazione di emergenza dovuta all’arrivo di due pazienti Covid, di cui uno non in buone condizioni, costringeva il medico ad abbandonare gli altri pazienti per occuparsi, coadiuvato da un infermiere, esclusivamente del paziente Covid positivo, mentre un secondo infermiere era bloccato in altra stanza stazionando con il secondo paziente Covid". 

"Vista la gravità della situazione la fonte riferisce che si è così dovuto ricorrere a un medico di medicina generale che si è improvvisato medico di Pronto soccorso per cercare di tamponare la problematica. - affermano i due comitati -  Fortuna ha voluto che in quel lasso di tempo non sia arrivata una o più emergenze", paventando uno scenario catastrofico.

"Aspettiamo conferme o smentite dalla ASL su quanto da noi riportato", dicono i comitati.

"Come dicevamo, in un teatrino già visto e rivisto, a poche centinaia di metri di distanza, si alternavano le dichiarazioni sullo stato di fatto e le promesse non mantenute, - aggiungono Elba Salute e Miglioriamo l'ospedale elbano - sulla base di pochi punti effettivamente messi in atto, in evidente ritardo, rispetto al cronoprogramma, (ospedale di comunità, peraltro già esistente, onco-ematologo disponibile 2 volte al mese, meglio che niente, infermiere di “quartiere” e assistenza domiciliare, prevista da anni, ma predisposta solo oggi e non ancora funzionante, aspettiamo il primo intervento per cantare vittoria). Insomma si è consumata la solita tiritera e sembra veramente ridicolo crogiolarsi sul fatto che la seconda visita in poco tempo all’Isola di vertici Asl e Regione possa rappresentare una lente d’ingrandimento sulle problematiche isolane. In realtà, ai nostri occhi, appare come un atto dovuto dopo tutte le lamentele scritte e urlate ai quattro venti dai comitati elbani".

"Siamo stanchi delle solite promesse, dei “dovrebbe” e dei “si faranno”. - proseguono - Abbiamo consegnato la petizione per la realizzazione della terapia sub intensiva all’assessore Bezzini, 4518 firme, ma lo stesso ha esternato grosse difficoltà sulla realizzazione a breve di due letti di sub intensiva. Di sicuro tra esse occorre sottolineare la mancata firma sul protocollo operativo e la mancanza di personale. Allora ci si chiede perché, in data 25 Gennaio la dott.ssa Casani affermava (leggi qui l'articolo) che per la terapia sub intensiva si era ormai prossimi all’apertura. “Buone notizie», dichiarava a gran voce, «anche sul fronte dei letti di terapia sub-intensiva che saranno attivi nell’arco di una decina di giorni, appena sarà terminata la formazione degli infermieri.” 

"È passato un mese e mezzo, gli infermieri sono formati, e ancora brancoliamo nel buio e con i “forse” e i “si dovrebbe” la palla è stata rimandata a fine maggio, inizio giugno. E veramente intendono farci credere che con l’inizio di un periodo critico come quello estivo ci sarà la possibilità di aprire la sub intensiva?"

Infine Elba Salute e Miglioriamo l'ospedale elbano lanciano un nuovo allarme sulla fuga dei medici dal Pronto soccorso elbano e mettono ancora in dubbio le modalità di organizzazione dell'automedica, nonostante le spiegazioni del direttore generale Asl Casani (leggi qui l'articolo).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il cantautore considera l'Elba il suo luogo di relax dove da alcuni anni ha una sua casa. Non si sottrae mai agli scatti insieme ai fan
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità