Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PORTOFERRAIO15°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità martedì 28 giugno 2022 ore 09:28

"Sanità da potenziare e non da sovraccaricare"

Il Comitato "Elba Salute" lancia un appello all'assessore regionale Bezzini perché siano inseriti medici nei reparti di Chirurgia e Medicina all'Elba



PORTOFERRAIO — "L’Assessore Regionale alla sanità nella sua ultima disposizione di fine maggio scorso, non dà risposte chiare per risolvere la grave crisi (problema sottovalutato da anni) della Medicina d’urgenza dove l’aumento di accessi e il sovraffollamento del Pronto Soccorso (P.S.), cosa da noi denunciata una miriade di volte, possono portare a un vero e proprio collasso della struttura di emergenza dove si contano solo 2 medici aziendali coadiuvati al bisogno da 3 medici del 118 convenzionati e alcuni provenienti da altri ospedali per far fronte alla grave crisi della medicina di emergenza che da anni non viene risolta anche se la propaganda ci fa pieni come uova".

Il Comitato "Elba Salute" torna a chiedere più attenzione ai bisogni della sanità elbana.

"Da gennaio a tutto aprile gli accessi al P.S. (3610) sono aumentati di 527 in più dell’anno scorso 2021 - proseguono dal Comitato - quindi la situazione va trattata in maniera approfondita e con volontà di risoluzione senza girarci intorno con soluzioni sterili e inefficaci. L’Assessore si limita a movimentazioni interne dal nome accattivante come “presa in carico precoce” di quei pazienti posizionati nelle aree di Osservazione Breve Intensità (OBI) del P.S. per trasferirli anticipatamente in chirurgia e medicina interna. E’ vero che a volte i medici del P.S. si trovano a gestire 10 pazienti contemporaneamente ma è anche vero che sia la chirurgia che la medicina interna sono in grave crisi di personale e di area medica".

"La nostra Medicina interna - secondo Elba Salute - dovrebbe avere un organico funzionale di 9 medici + Primario mentre ora può contare solo su 6 medici più il Primario. Entro dicembre 2 medici dei 6 in forza al Servizio di Medicina Interna andranno in pensione e dalle delibere analizzate in questi giorni non vi è nessuna manifestazione di interesse per la loro sostituzione".


"Assessore Bezzini, - proseguono dal Comitato  - quella Medicina interna che lei identifica come un “polmone” assorbipazienti di qualsiasi patologia e gravità gestisce già quasi il 70% delle attività di ricovero e ambulatoriale dell’ospedale e dal mese di dicembre prossimo dovrà lavorare con soli 4 medici + il Primario e se a questo si aggiungessero tutti i pazienti del dopo Triage collasserà definitivamente con grave danno alla nostra sanità pubblica locale e un peggior modo di cura". 

"Assessore, ci preme ricordarle che l’attuale Medicina interna condotta dal Primario Dr. Riccardo Cecchetti anche se a ranghi ridotti gestisce la medicina di alta, media e bassa intensità. - sottolineano da Elba Salute - Inoltre si prende cura del Settimg 2 A, del reparto Dialisi e provvede al servizio multidisciplinare Long Covid. Oltre a ciò il personale medico della Medicina interna garantisce consulenze al P.S. ai reparti e alle famiglie. A carico della Medicina interna sono anche gli ambulatori di reumatologia, endocrinologia, pneumatologia, doppler, interni stico, immunologico/reumatologico, diabetologia".

"Assessore ci rivolgiamo a Lei, oltre per le proposte e gli indirizzi di funzionalità, affinché trovi il modo di assegnare medici alla Medicina generale interna e alla Chirurgia poiché anche questo Servizio è in grande sofferenza se vuole che il pronto soccorso e tutta la medicina d’urgenza funzioni meglio con meno stress perché se si continua in questo modo la Regione Toscana non rimarrà solo senza medici di medicina d’urgenza ma anche senza medici internisti, specialisti e chirurghi compreso gli anestesisti", concludono da Elba Salute.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Puntuale, come ogni domenica, il cinghiale scende in parse per cercare cibo e così placare la sua fame
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità