Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:PORTOFERRAIO20°34°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Incendi nell'Oristanese, fiamme alte e gente in strada a Porto Alabe: centinaia di evacuati

Attualità giovedì 20 luglio 2017 ore 10:30

Record di presenze nel primo semestre 2017

Il porto di Portoferraio (foto APPE)

Lo dicono i dati dell'Autorità Portuale. Più realistica però l'analisi fatta dagli operatori del settore turistico



PORTOFERRAIO — E’ stato un primo semestre da record di presenze per l’isola d’Elba, il periodo gennaio/giugno 2017. Ad attestarlo sono i numeri della Autorità Portuale di Piombino e dell’Elba, che si prestano ad una analisi abbastanza complessa ma che presentano numeri tutti (o quasi) con il segno positivo.

Intanto, il mese di giugno appena concluso ha fatto da traino a tutto il semestre: per quanto riguarda i passeggeri, fra l’Elba e Piombino ne sono transitati 443.738, con una percentuale dell’8,93% in più rispetto allo stesso mese del 2016. Anche per le auto , 114.363, l’incremento è del 6,84%. Molto importanti i numeri che parlano di bus, caravan e camper, pur compresi in un’unica categoria, che segnano – con 8.772 unità – un enorme 44,87% in più rispetto al 2016. Un dato, questo, che comunque andrebbe analizzato meglio a seconda delle singole tipologie di mezzi presi in considerazione.

I numeri con il segno “meno”, come accade da un po’ di tempo a questa parte, riguardano mezzi commerciali e merci trasportate. Nel primo caso abbiamo un – 8,68% con 12.789 mezzi transitati, per le merci invece la percentuale rispetto al 2016 è ancora più negativa: -9,84%.

L’analisi dei numeri estesa al semestre ha proporzioni molto vicine a quelle di giugno: le persone transitate sono state ben 1.255.513, pari all’8,34% in più rispetto al 2016. Analoga percentuale, + 7,08% , riguarda le auto transitate, ben 295.551. Il dato bus/caravan/camper si assesta su un più che positivo +26,62% rispetto al 2016. I mezzi commerciali in transito nel primo semestre sono stati invece 70.544, il 2,93% in meno rispetto all’anno precedente, mentre le merci sono state 1.963.098 tonnellate, pari all’ 8,30% in meno nei confronti del 2016.

Questi i numeri, che evidentemente si prestano ad analisi da diversi punti di vista.

“Bene, ma dobbiamo essere più realistici – ha commentato a caldo il presidente dell’Associazione Albergatori elbani, Massimo De Ferrari – intanto il dato di giugno è condizionato dal calendario della Pentecoste, e le percentuali vanno viste con cautela, visto che il primo semestre conta poco rispetto a quello che sarà il risultato finale di chiusura d’anno. I dati della nostra associazione sono più contenuti, realisticamente siamo al 4/5% in più rispetto al 2016. Sarei contento, anche alla luce di un recente sondaggio di Federalberghi rispetto alle proiezioni del secondo semestre 2017, di ritrovare il segno più anche a fine anno, indipendentemente dalla percentuale. Questo per le molte variabili che potrebbero condizionare nel bene o nel male la seconda parte della stagione. Meno merci significa meno consumi? Fa parte della congiuntura economica attuale – ha concluso De Ferrari – da tempo anche noi albergatori abbiamo fatto ricorso alla politica dei prezzi variabili, degli sconti e dei last minute per avere numeri importanti a livello di presenze”.

Meno complessa ma più realistica l’analisi del presidente di Confesercenti Elba, Franco De Simone: “I numeri delle presenze ci sono – mi ha detto – e dimostrano che le persone, italiane o straniere che siano non hanno rinunciato alla vacanza, ma sono più che mai attente al portafoglio. In questo campo negozi e ristoranti ci dicono che la situazione è molto peggiorata rispetto allo scorso anno. A dire il vero, ci sono anche esercenti molto soddisfatti della stagione, ma questo probabilmente è legato ad alcune situazioni particolari, anche se globalmente il territorio dell’isola registra una tendenza abbastanza omogenea a livello economico. C’è evidentemente da lavorare – ha concluso De Simone – sui target turistici su cui indirizzare la nostra offerta e sui periodi da promuovere più di altri”.


© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per evitare l'attesa due pazienti sono stati trasferiti contemporaneamente all'ospedale di Livorno con l'elisoccorso intorno alle 19,30
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca