Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Gilda Sportiello, deputata 5stelle alla Camera: «Ho abortito e non me ne vergogno»

Attualità venerdì 04 febbraio 2022 ore 14:17

Peste suina, misure precauzionali a Portoferraio

Il sindaco di Portoferraio ha stabilito vietato gare cinofile sulla selvaggina in tutto il territorio e invita gli altri sindaci elbani a seguirlo



PORTOFERRAIO — Primi provvedimenti all'isola d'Elba per contrastare la diffusione della peste suina africana. Ad assumerli è stato il Comune di Portoferraio. Infatti il sindaco Angelo Zini, ha emanato un'ordinanza che dispone fino a nuovo ordine "la sospensione in via prudenziale su tutto il territorio comunale delle prove o gare cinofile su qualunque tipo di selvaggina libera o lanciata, ratificate e non dagli enti preposti, omologate dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana (Enci), o comunque organizzate da associazioni o organizzazioni cinofile".

"ll virus della peste suina africana – spiega il sindaco di Portoferraio - rappresenta un serio rischio epidemico per i suini allevati determinando, date le sue caratteristiche, un elevato indice di morbilità e mortalità. Il tutto con conseguenze dirette ed indirette sulle produzioni della filiera regionale ed anche sulle attività di carattere ludico, sportivo e turistico-ricreativo effettuabili nel territorio boscato con potenziali, ma inevitabili riflessi negativi al comparto turistico. Di conseguenza era necessario ed urgente adottare immediatamente misure atte al controllo e prevenzione della diffusione della malattia nei cinghiali ed alla protezione dei suini allevati. Il tutto al fine di evitare la disposizione di divieti di frequentazione di boschi e sentieri, a piedi o con mezzi a pedali e, nel complesso, di tutte le attività ricreative che si effettuano al di fuori dei centri abitati".

Il provvedimento, come si legge nella nota del Comune di Portoferraio,  è stato assunto tenendo conto di una nota del Ministero della Salute che - in esito alle riunioni tenute con Regioni, Cerep (Centro di referenza nazionale per la Peste Suina Africana) ed Ispra - ha indicato, per le Regioni confinanti con l’area infetta (Piemonte e Liguria) le azioni necessarie da adottare al fine di prevenire la diffusione della malattia.

"Le gare cinofile – aggiunge Zini – possono essere una potenziale fonte di contagio. Tenere lontana la peste suina africana dalla nostra isola – aggiunge il primo cittadino – è fondamentale. Per questo motivo ho invitato gli altri sindaci elbani ad emanare analoghe ordinanze".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ruggero Barbetti, già sindaco e vicesindaco di Capoliveri, interviene per fare chiarezza sulle vicende giudiziarie in corso sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Sport

Sport