QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 23°24° 
Domani 22°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 17 settembre 2019

Attualità giovedì 05 aprile 2018 ore 16:20

Caso ambulanze, la polemica sui social media

Vincenzo Fornino

Fornino: "Il problema dovuto alla gestione del nuovo sistema operativo computerizzato, basterebbe una telefonata". Il paziente per fortuna sta meglio



PORTOFERRAIO — La notizia, innanzitutto, è questa: sta meglio il paziente elbano di 77 anni che non aveva potuto essere trasportato dall'elisoccorso a causa della foschia nella giornata di mercoledì 4 aprile. A margine della complicata operazione di soccorso da noi descritta , però, sui socal media è scoppiata una polemica per il fatto che il 118 ha chiamato una ambulanza di Porto Azzurro per il trasferimento del paziente, mentre sul territorio di Portoferraio ce ne erano altre disponibili in ciascuna delle tre associazioni di volontariato sanitario operative nel capoluogo elbano. Abbiamo chiesto spiegazioni a Vincenzo Fornino, consigliere comunale  delegato alla protezione civile e dipendente da 27 anni presso la pubblica assistenza Santissimo Sacramento

"Purtroppo questo episodio ha fatto venire alla luce un problema legato all'entrata in funzione del nuovo sistema operativo computerizzato del 118. Nelle tre associazioni di Portoferraio - spiega Fornino - di solito è in atto una turnazione: una dalle 8 alle 20 affronta le emergenze, un'altra copre il turno di notte, a rotazione. In ogni caso, chi non è di turno ha sempre reperibili un dipendente e un operatore del Servizio Civile Nazionale. Basterebbe una chiamata per risolvere qualsiasi problema, come avveniva qualche tempo fa".

Ma come funziona il meccanismo della chiamata del 118? "Il meccanismo funzione che gli operatori si basano su un servizio computerizzato tramite programma. L' associazione inserisce un mezzo nel programma e la centrale vede che è disponibile, ma  in alcuni casi  la linea ADSL funziona male e quindi il più delle volte è difficoltoso inserire la macchina. Sarebbe invece semplicissimo se l'operatore si accertasse tramite chiamata a uno dei dipendenti che hanno sempre il trasferimento di chiamata attivato sul proprio cellulare 24 ore su 24. Noi per esempio siamo in tre dipendenti che teniamo la chiamata sempre pronta alla risposta".

"Da quando è cambiato il sistema  - aggiunge Fornino - secondo me le cose non funzionano bene, ci sono sempre problemi. Con una semplice telefonata le cose sarebbe più sicure. Ora invece per parlare con gli operatori è ogni volta complicato. Troppi numeri:  Emergenza 118, Servizio ordinario,  numero verde, all'arrivo sul posto un altro numero... Basterebbe  comunicare con una sola chiamata e tutto sarebbe risolto".



Tag

Il bambino caduto dal balcone a Lodi: ecco come Angel lo ha salvato | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca