Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:44 METEO:PORTOFERRAIO18°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Ecco i cani robot cinesi progettati per uccidere, il video sembra un film di fantascienza

Attualità giovedì 05 aprile 2018 ore 14:25

L'odissea del malato: "Le ambulanze c'erano"

Il rendez-vous delle ambulanze sul porto

Documento congiunto delle tre associazioni di Portoferraio: "Centrale operativa 118 di Livorno/Pisa ha arbitrariamente non rispettato la turnazione "



PORTOFERRAIO — Le ambulanze a Portoferraio c'erano, ma è stata la centrale operativa 118 di Livorno/Pisa che ha arbitrariamente non rispettato la turnazione. Questo dichiarano le tre associazioni che gestiscono il servizio di trasporto sanitario all'isola d'Elba, in merito a quanto accaduto nella giornata di mercoledì 4 aprile ad un ammalato che attendeva di essere trasferito al reparto di neurologia dell'Ospedale di Pisa.

"In riferimento agli articoli di stampa usciti nella giornata di ieri, mercoledì 4 aprile - si legge in un  comunicato congiunto -  siamo a specificare che non corrisponde a verità che le scriventi associazioni del comune di Portoferraio non fossero presenti ed operative, vi erano oltre quattro ambulanze ferme in pronta partenza (di cui due dell'associazione convenzionalmente di turno per i trasferimenti dall'ospedale), si rileva che la centrale operativa 118 di Livorno/Pisa ha arbitrariamente non rispettato la turnazione ed ha attivato una ambulanza di Porto Azzurro allungando i tempi di intervento.

Riteniamo inoltre che non sia corretto nei confronti delle associazioni elbane ma soprattutto dei pazienti, che sia consentito ed anzi ci sia obbligato il rendez vous sul porto di Piombino sbarellando il paziente per trasferirlo sulle ambulanze del continente, ciò mina gravemente la dignità dei pazienti che subiscono tale trattamento ed è offensivo delle associazioni elbane che pare, dopo secoli di servizio, non abbiano più le capacità per trasferire i proprio pazienti negli ospedali continentali.

Deploriamo tale atteggiamento e auspichiamo un pronto intervento della regione Toscana e delle istituzioni elbane a garanzia sia dei pazienti che delle nostre associazioni".

Il documento è firmato da: 

Simone Meloni Governatore Misericordia Portoferraio e Coordinatore Misericordie Livornesi

Paolo Magagnini Presidente Croce Verde Portoferraio e Coordinatore ANPAS isola d'Elba

Remo Corsi Governatore SS. Sacramento Portoferraio

Pubblica Assistenza Croce Verde Portoferraio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un giovane è stato soccorso dai volontari della Pubblica Assistenza su un sentiero impervio e poi trasferito in elisoccorso fuori Elba
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Cronaca

Cronaca

Elezioni