Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:03 METEO:PORTOFERRAIO23°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 21 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Italia-Galles, fischi per Donnarumma al momento della sostituzione

Elezioni venerdì 17 maggio 2019 ore 10:55

La lista Meloni per una città cardioprotetta

Foto di repertorio

Uno degli obiettivi è garantire la sicurezza dei soccorsi anche attraverso una rete capillare sul territorio di defibrillatori per le emergenze



PORTOFERRAIO — I candidati consiglieri Rossella De Pilla e Natalino Palermo della lista civica "Simone Meloni sindaco" intervengono per spiegare l'obiettivo di arrivare ad una città cardioprotetta.

Qui di seguito il testo completo dell'intervento.

"La lista civica del candidato sindaco Meloni si distingue per la sua particolare attenzione al bene Salute ovvero alla salvaguardia di tutti i cittadini del nostro territorio.

Negli ultimi anni ma anche recentemente a Portoferraio e in altri comuni dell’isola ci sono stati casi di arresti cardiaci; ebbene, la nostra lista concretamente si espone affinché ci sia una gestione più adeguata dell’arresto cardiaco con mezzi idonei e persone formate.

Ci impegneremo affinché Portoferraio diventi una Città Cardioprotetta ovvero dotata di un numero adeguato di defibrillatori semiautomatici ( DAE) equidistanti tra di loro in prossimità di tutte le zone centrali e periferiche della città come ad esempio il centro storico, il porto, alcune spiagge che ne sono sprovviste, Carpani, San Martino, San Giovanni, Schiopparello ecc….con almeno 5-10 persone laiche per zona opportunamente formate dall’amministrazione comunale, attraverso corsi gratuiti teorico-pratici di poche ore, che di certo non toglieranno del tempo ai cittadini che lavorano. Inoltre verranno coinvolte alcune categorie di lavoratori quali commercianti, ristoratori (poiché collocati in ambienti ad alto afflusso turistico e di aggregazione cittadina), gli operatori della polizia municipale e le insegnanti delle scuole comunali. Tale progetto coinvolgerà anche le associazioni di volontariato del territorio.

Per essere più chiari l’arresto cardiaco improvviso colpisce chiunque in ogni luogo e senza nessun preavviso: non tiene conto se sei un adulto, un lattante o un bambino neppure se sei ricco o povero o se stai lavorando o se ti trovi in vacanza e nemmeno se sei in spiaggia, in centro città o in periferia; arriva improvvisamente e necessita di un intervento più che tempestivo, pertanto, senza le manovre rianimatorie e l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico a portata di mano, spesso, nell’attesa che arrivino i soccorsi ,diminuisce in maniera esponenziale la probabilità di sopravvivenza.

Concludiamo rivolgendoci a tutti i cittadini: ricordate che chiunque, ovunque e in qualsiasi momento, intervenendo tempestivamente, con decisione, con generosità e con competenza, con mezzi idonei, ma soprattutto con il cuore, può salvare una vita". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo per 24 mesi non potrà avvicinarsi ai pubblici esercizi come bar, pub e ristoranti di piazza Cavour e delle zone adiacenti
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS