Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità sabato 09 febbraio 2019 ore 10:24

La Capitaneria apre le porte alle scuole

Gli alunni della scuola primaria durante l'incontro

Grazie ad una convenzione fra la Guardia costiera e l'associazione Marevivo è iniziato un progetto di educazione ambientale



PORTOFERRAIO — La Capitaneria di Porto di Portoferraio ha aperto le porte ai piccoli studenti delle classe IV e V B dell’Istituto Primario “Casa del Duca” di Portoferraio, accompagnati dalle proprie insegnanti e da alcuni accompagnatori.

Il progetto nasce dalla convenzione firmata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e l’Associazione Marevivo. L’intesa nasce dall’idea di promuovere l’educazione ambientale e persegue, in particolare, obiettivi come la promozione di studi e ricerche sull’ambiente marino e costiero, l’elaborazione e l’attuazione di programmi congiunti di formazione, comunicazione ed educazione ambientale sulla salvaguardia delle risorse del mare ed infine a supporto di iniziative ed attività comuni, per la tutela del mare e della coste. 

I giovani studenti, nel corso del primo giorno, hanno avuto modo di vedere da vicino la Capitaneria elbana, istruiti su quelli che sono i compiti istituzionali che il Corpo delle Capitanerie svolge ogni giorno.

Gli studenti sono stati portati a bordo delle Motovedette a disposizione della Capitaneria di Porto di Portoferraio, accompagnati dal personale militare messo a loro disposizione che ha spiegato i compiti e le differenze tra le diverse unità.

I giovani hanno poi visitato la Sala Operativa, cuore della Capitaneria di Porto, centro nevralgico per lo svolgimento dei compiti legati alla salvaguardia della vita umana in mare e alla tutela dell’ambiente marino e costiero

Il secondo giorno i piccoli alunni sono stati accompagnati in porto dal Nostromo del porto stesso, che ha mostrato loro i traghetti presenti in banchina, e da personale militare a terra che li ha accompagnati nella visita ai pescherecci locali.

In particolare è stato visitato il peschereccio del signor Angelo Dell’Anna che ha gentilmente offerto la sua disponibilità per spiegare il lavoro del pescatore ai giovani allievi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il traffico di sostanze stupefacenti è stato individuato dai carabinieri grazie all'intercettazione di un pacco postale contenente marijuana
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Cultura

Cultura