QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°20° 
Domani 16°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità giovedì 08 agosto 2019 ore 18:38

L'ampliamento del porto fa discutere

Porto di Portoferraio

Ad esprimere critiche sul progetto di adeguamento tecnico funzionale del porto mediceo sono Legambiente, Responsabilità in Comune e Italia nostra



PORTOFERRAIO — Quello che nelle settimane scorse, in una nota dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale, è stato presentato come un progetto per migliorare la vivibilità e razionalizzare il traffico della zona portuale di Portoferraio, e cioè il progetto di adeguamento tecnico funzionale del porto con l'ampliamento di piazzali e molo (leggi qui l'articolo), è invece stato bocciato dalle tre associazioni elbane Legambiente, Responsabilità in Comune e Italia nostra.

Una delle maggiori critiche emerse da parte di Legambiente Arciepelago toscano riguarda il fatto che lo stesso progetto di ampliamento per far attraccare le “grandi navi” sarebbe “insostenibile” per l'alto impatto ambientale ed è stato già bocciato nel 2007 dal Consiglio superiore delle opere pubbliche (leggi qui l'articolo).

Italia nostra Arcipelago toscano critica la ulteriore cementificazione all'interno della antica Cosmopoli, città-fortezza fatta edificare da Cosimo I de Medici e città ideale del Rinascimento italiano (leggi qui l'articolo). Inoltre Italia nostra tre giorni fa ha dato il via ad una petizione on line su change.org contro il progetto (leggi qui l'articolo), che ad oggi ha già raccolto quasi 800 firme, ma il numero sta gradualmente crescendo.

Anche l'associazione Responsabilità in Comune nei giorni scorsi aveva espresso dubbi sull'ampliamento del porto e chiesto maggiore trasparenza al Comune di Portoferraio, invocando l'avvio di un dialogo con associazioni e cittadini (leggi qui l'articolo) per un progetto che riguarda il futuro della città, come in effetti era stato promesso in campagna elettorale dal gruppo “Cosmopoli rinasce”. Responsabilità in Comune, in risposta all'Autorità portuale aveva inoltre definito "impattanti, irreversibili e dannose" le modifiche del progetto dall'Autorità portuale (leggi qui l'articolo).

Per rispondere ai dubbi e alle critiche sollevate da Legambiente e Responsabilità in Comune era intervenuta anche l'Autorità portuale con una nota in cui ribadiva che le opere sono necessarie in quanto nate “dall’esigenza di potenziare la capacità operativa dei piazzali al fine di migliorare le operazioni di imbarco/sbarco traghetti, eliminando possibili interferenze con il traffico cittadino". Inoltre, sempre secondo l'Autorità portuale, "per la natura stessa degli interventi di Atf  relativi agli ampliamenti di piazzali di imbarco e al prolungamento delle banchine esistenti, trattandosi di opere a raso che si sviluppano in continuità con le attuali opere portuali,si può affermare che non si generano modifiche sostanziali al contesto paesaggistico in cui si inseriscono e determinano benefici sia in termini di sicurezza delle operazioni, ma anche di emissioni in atmosfera ed acustiche come rappresentato nella Relazione Ambientale di accompagnamento all’Atf stesso" (leggi qui l'articolo).

Il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini, contattato dalla redazione di QUInews Elba ha espresso il suo parere favorevole rispetto al progetto di adeguamento tecnico funzionale del porto, presentato dall'Autorità portuale.

Nel frattempo si apprende che per domani pomeriggio, venerdì 9 Agosto, il sindaco di Portoferraio ha convocato un incontro con le associazioni per fare il punto sulla questione del porto e sabato 10 Agosto, alle ore 11,30, lo stesso sindaco ha convocato una conferenza stampa sul medesimo tema.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità