QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°14° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 16 novembre 2019

Cronaca venerdì 20 maggio 2016 ore 17:32

Il sindaco dichiara l'emergenza cinghiali

Mario Ferrari ha firmato l'ordinanza di caccia straordinaria agli ungulati: è emergenza cittadina. Via libera agli abbattimenti per 40 giorni



PORTOFERRAIO — E' emergenza cinghiali a Portoferraio: lo ha dichiarato il sindaco firmando l'ordinanza di abbattimento straordinario che, per 40 giorni, darà il via libera alla caccia agli ungulati che infestano i campi nei pressi della città medicea.

"Continuano ad arrivare ai nostri uffici segnalazioni circa la presenza eccessiva di cinghiali nel territorio di questo Comune ed in modo particolare nelle zone dell'Acquabona che determinano danni alle coltivazioni agricole e situazioni di pericolo per le persone e per l’incolumità pubblica a causa dell’avvicinarsi alle abitazioni o alle attività economiche - si legge nell'ordinanza - tali animali, oltre a provocare panico nella cittadinanza, costituiscono altresì reale fonte di pericolo per la sicurezza stradale, nonché per la pubblica e privata incolumità, potendo altresì provocare reazioni ed iniziative illecite o incontrollabili da parte dei cittadini".

L'ultima segnalazione in ordine di tempo era arrivata dal Golf Club Acquabona che nella notte di qualche giorno fa aveva subito un vero e proprio raid trovando al risveglio i prati devastati dal passaggio degli animali. Della questione erano stati investiti i primi cittadini in una riunione che si era tenuta in Prefettura lo scorso 10 maggio e che delegava ai sindaci il potere di emettere appunto ordinanze straordinarie di abbattimento.

Per questi motivi il sindaco Ferrari: "Dichiara l'emergenza cinghiali sul territorio comunale e ordina, allo scopo di prevenire ed eliminare gravi pericoli per l’incolumità pubblica, nonché per la sicurezza della circolazione stradale, che a decorrere dalla data dell’esecutività della presente ordinanza, e per un periodo di 40 (quaranta) giorni vengano effettuati interventi straordinari di cattura e/o abbattimento dei cinghiali (Sus Scrofa) presenti sul territorio comunale in Loc.tà Acquabona. Che per motivi di sicurezza, l’esecuzione di tali interventi venga effettuata nel pieno rispetto della vigente normativa in materia faunistico-venatoria, ed affidata ad operatori abilitati dalla Provincia di Livorno per la caccia al cinghiale e che tali interventi dovranno essere svolti con il coordinamento tecnico operativo ed organizzativo di un responsabile all’uopo nominato".

I capi abbattuti verranno ritirati dagli operatori dell’A.T.C. 10 a titolo di indennizzo e il loro successivo trattamento dovrà attenersi alle norme comunitarie in materia di igiene dei prodotti alimentari e per gli alimenti di origine animale.



Tag

Sentenza Cucchi, Di Maio: «Salvini dovrebbe scusarsi con la famiglia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

Lavoro