Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:24 METEO:PORTOFERRAIO16°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 25 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Strage in una scuola in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr: «Sono stufo, quando faremo qualcosa?»

Attualità martedì 10 dicembre 2019 ore 11:18

Vele al vento, studenti del Cerboni a Livorno

Gli studenti del Cerboni a Livorno

Gli studenti dell'Itcg Cerboni hanno visitato l'Acquario e il Centro Interuniversitario di Biologia Marina di Livorno per conoscere la biodiversità



PORTOFERRAIO — Si è svolta la terza giornata di attività del progetto “Vele al vento”, organizzato dall’Itcg Cerboni di Portoferraio per l’anno scolastico 2019-2020. Gli studenti e i docenti coinvolti nel progetto, innanzitutto hanno incontrato a scuola Marco Rossato, primo velista disabile che ha circumnavigato l’ Italia in barca a vela, successivamente si è tenuta una lezione di ecologia marina, infine sono partiti alla volta di Livorno per visitare l’Acquario e il Centro Interuniversitario di Biologia Marina (Cibm).

Durante la visita a Livorno gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti Silvia Gianni e Clizia Gennai che ci hanno raccontato la giornata fuori Elba dei ragazzi.

“All’Acquario abbiamo potuto ammirare oltre 2000 animali di 300 specie marine diverse; - spiegano le docenti Gianni e Gennai - abbiamo così i ragazzi hanno avuto un assaggio della grande biodiversità presente nel Mediterraneo e non solo. È stato possibile osservare da vicino specie particolari e affascinanti, come squali pinna nera, maestose tartarughe verdi, simpatici pesci Napoleone ed eleganti cavallucci marini. Abbiamo inoltre potuto toccare razze e sogliole e visitare la mostra di insetti e rettili esotici”.

“Al Cibm – aggiungono le docenti del Cerboni - si è presentata l’opportunità di toccare con mano il lavoro di un ricercatore. Dopo un’accurata introduzione sui metodi di pesca ed una spiegazione relativa alle attività di ricerca svolte dal centro, tutto il gruppo munito di guanti ha classificato specie e materiale non biologico di scarto di una pesca a strascico avvenuta due giorni prima del nostro arrivo. Così facendo, si è potuto imparare a riconoscere il genere in alcuni pesci e crostacei, a misurare dimensione e stato di salute di alcuni pesci e ad analizzare il contenuto stomacale degli stessi, per studiarne la dieta. Ad alcuni pesci sono stati estratti gli otoliti, (piccole ossa dell’orecchio interno utili per l’equilibrio) grazie ai quali è possibile ricavare informazioni abbastanza precise sull’età. Purtroppo però abbiamo constatato anche l’abbondante presenza di materiale antropico inquinante, come plastiche e vetro, che continuano ad abbondare nei nostri mari”.

“In entrambi gli ambienti didattici – aggiungono le docenti del Cerboni - ci siamo avvalsi di ottime guide ben preparate ed esperte, che ci hanno fatto apprezzare l’importanza di tutelare l’ecosistema marino. Ciò che ci rende più orgogliosi è l’aver potuto coinvolgere in questa esperienza molto formativa, anche alunni con disabilità. Infatti “Vele al vento” è un progetto finalizzato all’inclusione, per eliminare le barriere che talvolta impediscono ad alcuni ragazzi di sentirsi 'alunni' a tutti gli effetti e in ogni occasione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lo ha reso noto il Comitato Eradicazione cinghiali all'isola d'Elba esprimendo preoccupazione per il fatto insolito avvenuto sull'isola
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Cronaca