Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:25 METEO:PORTOFERRAIO23°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 15 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, trivella di 10 metri cade e squarcia la finestra di un palazzo

Cronaca sabato 18 luglio 2020 ore 11:30

"Quel cordolo va rimosso, mia madre in ospedale"

Il cordolo giallo rialzato per dividere la carreggiata

Sette persone sono finite al Pronto soccorso per essere cadute a piedi, in moto o in bici nel cordolo rialzato. Sopralluogo di sindaco e assessore



PORTOFERRAIO — Questa mattina abbiamo ricevuto una segnalazione relativa alla pericolosità del cordolo giallo rialzato installato come parte della nuova segnaletica orizzontale in Calata Italia dall'Autorità portuale. Si tratta di un incidente avvenuto a causa del cordolo che, come abbiamo verificato, ha determinato nei giorno scorsi altri incidenti che hanno costretto alcune persone a recarsi al Pronto soccorso.

Il cordolo rialzato in Calata Italia

Nella segnalazione firmata, ricevuta da una signora che ha proprio in queste ore sua madre ricoverata in ospedale a causa di una caduta dopo essere inciampata sul cordolo rialzato, si legge infatti:

"Venerdì 17 luglio si è verificato un ennesimo grave incidente causato dal cordolo giallo collocato in Calata Italia a Portoferraio. Mia madre di 75 anni, tedesca da anni residente in Italia, in vacanza all'Isola d'Elba è inciampata nel famigerato cordolo di Calata Italia e da ieri è ricoverata presso l'Ospedale di Portoferraio per trauma cranico con una ferita al viso che è stata ricucita. Il personale medico ha subito sottolineato che quello di ieri è stato il settimo accesso al Pronto Soccorso di Portoferraio per le vittime del cordolo giallo di Calata Italia, che, a piedi, in bicicletta o in motorino, sono finite malamente a terra. Si sollecita nuovamente la rimozione urgente del cordolo pericoloso ed una razionalizzazione della viabilità e della via di attraversamento del frequentato porto di Portoferraio, anche e soprattutto in considerazione della stagione turistica. Io e mia madre siamo disponibili volentieri a dare ulteriori informazioni e testimonianza al fine di sensibilizzare le amministrazioni competenti".

Varco e strisce pedonali dislocate

Dalle verifiche fatte risulta che effettivamente ci siano stati vari incidenti causati dal cordolo rialzato. A questo proposito la figlia della signora ricoverata in ospedale che abbiamo raggiunto telefonicamente ci ha inoltre segnalato anche che "sul marciapiede c'è un varco, dove la siepe si interrompe (vedi foto), dedicato all'attraversamento ma le strisce pedonali sono qualche metro più avanti mentre dovrebbero essere esattamente all'altezza del varco e questo induce i pedoni a seguire per un paio di metri una traiettoria diagonale, con possibile inciampo sul cordolo".

Abbiamo quindi interpellato il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini, che nei giorni scorsi, in una conferenza stampa insieme all'assessore alla viabilità e al traffico Lupi, aveva informato che era in via di completamento la segnaletica orizzontale per la nuova viabilità portuale già peraltro entrata in vigore.

Il sindaco, che non era ancora al corrente dell'indicente avvenuto ieri, ci ha riferito che proprio questa mattina era sul posto a fare un sopralluogo in Calata e nella zona del cordolo insieme all'assessore Lupi per capire le problematiche causate dal cordolo e dalla nuova viabilità.

"Siamo qui per vedere quali sono le criticità - ci ha detto Zini -per poter individuare le modifiche da fare e discuterne con l'Autorità portuale. Sulla viabilità sicuramente ci sono cose da migliorare così come dovranno essere fatte delle modifiche anche sui parcheggi".

Attendiamo quindi di sapere se il cordolo verrà rimosso, e magari in tempi brevi prima che possa accadere l'irreparabile, oppure no.

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Fra gli ospiti che hanno deciso di trascorrere le vacanze estive all'Elba ci sarebbe anche il noto virologo che ha rilasciato una dichiarazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

CORONAVIRUS