Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO9°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 27 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il porno di Houellebecq

Attualità sabato 01 ottobre 2022 ore 12:00

Entomologia, le scoperte della Summer School

Fra Elba e Pianosa si è svolta per la prima volta in Italia una attività di questo tipo. Hanno partecipato 14 fra studenti universitari e laureati



PORTOFERRAIO — La prima Summer School di Entomologia in Italia si è svolta dal 9 al 11 settembre tra l’isola d’Elba e l’isola di Pianosa. Campo base della Scuola è stato il NatLab del Forte Inglese a Portoferraio dove sono stati accolti 14 studenti universitari (alcuni laureati), provenienti dal Trentino alla Calabria.

I partecipanti, come spiegano dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano, sono stati selezionati per curriculum, campo di interesse e motivazione alla partecipazione.
Nel corso delle 3 giornate si sono svolte sia attività in campo che in laboratorio, utilizzando le attrezzature e la collezione entomologica conservata al NatLab. L’uso di questi strumenti ha permesso agli studenti di apprendere le pratiche fondamentali di osservazione, preparazione e conservazione dei campioni.

Durante le uscite sul campo gli studenti sono stati addestrati all’uso degli strumenti entomologici di ricerca (retino da sfalcio e per insetti acquatici, ombrello entomologico, aspiratore). Inoltre, sono state mostrate loro alcune tecniche di monitoraggio come le trappole a caduta, utili per campionare artropodi camminatori terrestri (pitfall-traps) ed hanno potuto sperimentare le particolari tecniche di ricerca notturne, come la caccia con luci UV e la ricerca diretta con le lampade. 

In quest’occasione, presso l’area umida di Mola, è stato rinvenuto un esemplare di Natula averni, un piccolo grillo che vive esclusivamente in prossimità del mare, uno degli ortotteri più misteriosi d’Europa per l’estrema difficoltà nell’avvistarlo.
Altra esperienza proficua per gli studenti è stata presso il Santuario delle Farfalle del Monte Perone dove, con le tecniche di campionamento apprese, hanno potuto rinvenire interessanti specie di coleotteri xilofagi (le cui larve si nutrono di legno), imenotteri (vespe-api), lepidotteri (farfalle) e numerosi ditteri (mosche).

La Summer School si è conclusa nella splendida cornice dell’isola di Pianosa dove i ragazzi hanno dimostrato di aver fatte proprie le tecniche di campionamento e l’uso degli strumenti entomologici, gestendosi in autonomia lungo i sentieri e tra la vegetazione dell’isola. Tra le molte specie incontrate, merita una nota particolare il rinvenimento di un esemplare appartenente alla famiglia dei Reduviidae (Cimici predatrici) fino ad ora sconosciuta per l’Arcipelago Toscano. 

La specie è stata fotografata ed inserita nella piattaforma digitale iNaturalist. Già solo poche ore dopo, l’immagine ha destato l’interesse di uno dei massimi specialisti di questa famiglia e l’importante dato registrato sarà oggetto di una pubblicazione scientifica.

Il format della Summer School è completamente nuovo e non ha eguali in Italia: il livello altamente formativo è costituito dall’occasione unica di mettere a contatto diretto, sul campo e in laboratorio, gli studenti appassionati di questa materia con esperti di rilevanza nazionale. Erano infatti 8 gli studiosi provenienti da Università e Musei di tutt’Italia, ognuno specializzato in particolari ordini di insetti: Leonardo Dapporto (Lepidotteri), Leonardo Forbicioni (Coleotteri Curculionidei), Marco Bonifacino (Imenotteri, Lepidotteri, Ditteri Sirfidi), Antonio Belcari (Ditteri), Michele Zilioli (Imenotteri Crisidi, Coleotteri), Cinzia Monte (Coleotteri Elmidi), Luca Bartolozzi (Coleotteri Lucanidi), Enrico Ruzzier (Coleotteri Tenebrionidei).

L’obiettivo principale che la Summer School ha saputo centrare è stato quello di raccogliere giovani studenti interessati allo studio tassonomico e morfologico degli artropodi per farli diventare i tassonomi di domani. Quella del tassonomo è una figura ormai in fortissima diminuzione e si è creato un vuoto generazionale piuttosto evidente in questo campo. La Summer School ha messo in contatto diverse generazioni con lo scopo di trasferire le conoscenze e le capacità ai giovani entomologi di domani.


La Summer School è stata ideata da World Biodiversity Association, Nuovo Gruppo Entomologico Toscano e Successione Ecologica ed è sostenuta dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Allo studio l’ipotesi di replicare l’esperienza anche per la prossima primavera, cercando di trasformarla in un appuntamento annuale che possa diventare il punto di riferimento per giovani ricercatori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno