Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO19°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità giovedì 11 aprile 2024 ore 15:21

Sib Balneari, "sconcerto per la gara di Rio"

Il tavolo dei relatori

Incontro di Sin Balneari sulla normativa e le difficoltà riguardo alla Bolkestein e alle concessioni balneari



PORTOFERRAIO — Grande interesse delle imprese per gli sviluppi del "caso Bolkestein". La presidente regionale Stefania Frandi ha spiegato nel dettaglio l'urgenza di una legge. Sconcerto invece quando i presidenti regionale e provinciale Sib apprendono che per la gara delle concessioni marittime il Comune di Rio Marina non ha ancora aperto le buste.

Lo si legge in una nota, riguardante l'incontro sulle concessioni balneari, organizzato da Sin Balneari Confcommercio oggi a Portoferraio.

E' accaduto poco prima dell'inizio dell'assemblea, mentre Stefania Frandi e Alberto Nencetti, presidenti rispettivamente regionale e provinciale SIB Confcommercio, venivano aggiornati dal segretario nazionale nonché direttore di Confcommercio Livorno, sullo stato dell'arte delle 100 concessioni demaniali. 

I presidenti hanno illustrato il nuovo statuto e hanno ringraziato il direttore della Confcommercio provinciale Federico Pieragnoli per l'impegno indefesso nella difesa del settore, che lo ha portato recentemente alla nomina di segretario operativo nazionale SIB Confcommercio.


A Portoferraio per aggiornare gli operatori balneari e gli albergatori dell'isola sugli intricati aspetti giuridici e politici delle concessioni, Frandi e Nencetti hanno appreso che la famosa gara bandita dal Comune di Rio non era stata portata alla sua naturale conclusione. Il 25 marzo, infatti, il seggio di gara, invece di riunirsi come disposto dal bando, veniva spostato a data da destinarsi.


È ottimista l'interpretazione della Frandi. "Vogliamo presumere che il Sindaco, così zelante nell'applicazione del principio di concorrenza, magari leggendo il tenore dei numerosi ricorsi presentati dal SIB in Toscana, abbia deciso di non aprire le buste, per valutare meglio l'opportunità di procedere alla gara prima che esista una legge nazionale e delle linee guida valide per tutti", ha detto.


Più critico Nencetti che parla di gare improvvisate nate da motivazioni ideologiche e punitive. Il presidente provinciale Sib Confcommercio ironizza anche sul copia-incolla che ha sicuramente causato il passaggio del bando in cui si parla del Comune di Rosignano invece che di Rio. 

"Consiglio maggiore accuratezza, soprattutto quando si va a prendere decisioni economiche che influiscono direttamente sul lavoro e sulla vita delle persone, piuttosto che entrare a gamba tesa con copia e incolla quantomeno perigliosi", ha dichiarato.


L'assemblea si è poi concentrata sull'importanza di far sentire la voce degli operatori balneari e dei concessionari in genere dell'Elba.

"Continuiamo l'interlocuzione col Governo. Una legge è ormai urgentissima, anche per non lasciare i sindaci da soli a decidere su questioni che hanno bisogno di linee guida nazionali", hanno concluso i relatori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Marcella Merlini, candidata a sindaco di Portoferraio della lista "Bene Comune" spiega le due ragioni per cui non partecipa al confronto sul bilancio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Elezioni

Elezioni

Attualità