QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°12° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 05 dicembre 2019

Attualità mercoledì 26 ottobre 2016 ore 15:46

Elba presidio ospedaliero autonomo

La direttrice dell'Asl Nord Ovest, Maria Teresa De Lauretis, ha ribadito l'autonomia elbana e ha incontrato sindaci, sindacati e comitati



PORTOFERRAIO — Quasi quattro ore di incontro, anche con toni accesi, sono serviti alla presidente dei sindaci sulla sanità, Anna Bulgaresi, e alla direttrice dell'Asl Nord Ovest, Maria Teresa De Lauretis, per confrontarsi con tutte le parti sociali sul presente e futuro dell'ospedale elbano.

Si è tenuta questa mattina infatti l'attesa conferenza dei sindaci allargata in cui sono state declinate le strategie di sviluppo dell'ospedale elbano all'interno della riorganizzazione voluta dalla riforma sanitaria regionale e per mettere sul tavolo le problematiche che in questi giorni sono emerse, al punto da indurre alcune sigle sindacali a indire lo stato di agitazione.

Incontro reso ancora più acceso dal probabile scenario di unificazione dell'ospedale di Portoferraio con quelli di Piombino e Cecina. Ipotesi che la direttrice De Lauretis ha tenuto a chiarire più volte negando l'accorpamento: "Il percorso intrapreso con Piombino e Cecina non riguarda l'Elba - ha affermato alla fine dell'incontro davanti ai giornalisti presenti - l'Elba è un presidio di zona autonomo classificato come presidio di base. L'ospedale elbano è in rete con gli altri della zona Nord Ovest ma ha una Zona Elba che è stata più volte ribadita".

Nell'occasione è stato infatti presentato ufficialmente il documento di area vasta che elenca i servizi sanitari per l'Elba. Le attività previste sono divise fra Ricovero e Ambulatoriali.

Ricovero: Medicina, Chirurgia, Ortopedia e Traumatologia, Ostetricia e Ginecologia, Pediatria, Oncologia.

Ambulatoriali: Cardiologia, Oculistica, Anestesia e Rianimazione, Terapia Intensiva, Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza, Radiologia, Farmacia ospedaliera, Laboratorio d'analisi, Servizio trasfusionale, Direzione sanitaria di presidio, Emodialisi.

"L'unificazione della direzione sanitaria riguarda i dirigenti, non i cittadini - ha continuato la De Lauretis - con la riorganizzazione del personale sicuramente resta all'Elba il primario di medicina generale mentre ruoterà, con la sua equipe il primario di chirurgia perchè il numero dei casi solo all'Elba non è sufficiente a mantenerlo".

Nel 2016 sono stati effettuati, secondo i dati aggiornati forniti dall'Asl, 334 interventi chirurgici a Portoferraio.

L'altro grande tema sul tavolo è stato quello della deficienza di personale, sia medico che infermieristico: "Per gli infermieri sono programmate 3 assunzioni e 2 tempi determinati, questo a breve. Un'infermiera doveva prendere servizio in questi giorni ma non si è presentata quindi dobbiamo andare avanti con la graduatoria. A questo proposito accogliamo la richiesta dei sindacati di creare un tavolo al quale discutere della questione e di come risolverla in tempi brevi".

La direzione sanitaria ha anche aggiornato i tempi per i lavori strutturali all'ospedale: "Siamo nella tabella di marcia: lo spogliatoio sarà terminato entro febbraio e dopo partiremo con il nuovo pronto soccorso. I lavori inizieranno a marzo e subiranno uno stop prima dell'estate per non creare disagi, poi riprenderanno nell'autunno prossimo per finire in inverno".

Ribadito il contatto costante con la sindaca Bulgaresi, De Lauretis ha concluso: "Abbiamo ricevuto le segnalazioni sull'utilizzo dell'elisoccorso da parte dei comitati, abbiamo chiesto i dati specifici e faremo delle valutazioni attente sulla casistica".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Bazzano, custode di una villa spara ai ladri dalla finestra: uno muore e l'altro fugge

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca