Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO24°27°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità giovedì 20 giugno 2024 ore 12:20

"I medici si trovano, basta pagarli"

Pronto soccorso dell'ospedale di Portoferraio

Francesco Semeraro, portavoce del Comitato Elba Salute, interviene sugli incentivi per i medici all'Elba e sul problema dell'attesa per i controlli



PORTOFERRAIO — "Ricchi incentivi funzionano solo per i medici a gettone, non certo per ridurre o agevolare le liste di attesa. Questo progetto fa venir meno il rapporto paziente-medico che dopo una cura prescritta o un intervento chirurgico eseguito, rientra in sede senza una post verifica di quanto ha fatto o prescritto (dove lo si va a pescare)".

Francesco Semeraro, portavoce del Comitato Elba Salute, è scettico sul progetto "Anch'io all'Elba", messo in campo dalla Regione Toscana per sopperire alla carenza di medici presso l'ospedale di Portoferraio, in particolare durante la stagione estiva.

"C'è da ricordare - prosegue Semeraro - che in ospedale ci sono oltre i camici bianchi, anche infermieri e oss e per loro nulla del genere si è fatto e i risultati sono evidenti al Pronto soccorso, nei reparti, negli ambulatori e nelle corsie, specialmente di notte e nei festivi, perché gli infermieri sono figure rare da trovare a danno dei ricoverati molti dei quali fragili. La bontà di questo progetto, se così lo si può definire, è che finalmente non sentiremo più la Regione, l'Asl e i sindaci ripeterci come debole giustificazione: "Non ci sono medici"".

"I medici ci sono - aggiunge Semeraro - e lo avete dimostrato voi con le liste di 127+92 camici bianchi che hanno aderito al ricco soggiorno sanitario elbano (Anch'io all'Elba) con 2.000 euro alla settimana qui all'Elba, vitto e alloggio in hotel vista mare, spese viaggio, convenzione stabilimento balneare o palestra. Quindi è dimostrato da voi che i medici ci sono, basta pagarli e ne arriveranno a sciami. Non servono quelli a progetto vieni, guadagni e fuggi, basta garantire, a chi vuole trasferirsi all’Elba o a chi è già qui, di rimanere con una paga proporzionata alle difficoltà insulari e una qualità di servizio soddisfacente".


"Quando finirà la cuccagna a fine 2024 quanti medici a gettone resteranno fissi all'Elba però con lo stipendio degli ora medici fissi senza benefit da nababbi? - chiede Semeraro - Per ora non abbiamo notizie di sottoscrizioni (Start Elba che finisce oggi) per fermarsi tre anni all’Elba, mentre abbiamo conferme che molti medici fissi elbani, visto il diverso trattamento sia come carico del lavoro sia di retribuzione e benefit, stanno per andarsene e molti altri seguiranno perché con questo progetto si è riusciti a penalizzare chi già opera sull’Elba e scegliere così di emigrare".

"I medici stanziali quelli che realmente servono bisogna pagarli anche il doppio dell'attuale retribuzione e vedrete quanti ne verranno e quanti ci ripenseranno ad andare via. - prosegue Semeraro - A conti fatti verrebbero a costare molto meno di quelli a gettone che vengono e se ne vanno senza lasciare traccia impoverendo l'immagine della sanità elbana e la possibilità di cura continuata dallo stesso medico o specialista. L'elbano come tutti i pazienti, durante la cura o al risveglio da un intervento chirurgico vuole trovare il medico a cui si è affidato e non trovare un altro medico che forse non sa perché si trova lì".


"Con 4,7 milioni di euro spesi per questo progetto si potevano pagare riccamente quei pochi medici che ci servono sia stanziali che quelli disposti a trasferirsi all'Elba ed essere sempre presenti in persona in ogni occasione", conclude Semeraro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'assessore del Comune di Portoferraio Ruggero Barbetti, dopo aver ricevuto la delega per riorganizzare uffici e servizi commenta la situazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità