comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:28 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 06 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Crisanti: «Non credo che il vaccino avrà un impatto prima di 6-7 mesi»

Attualità giovedì 02 novembre 2017 ore 00:10

Area ex centrale Enel, "polemiche inutili"

L'amministrazione comunale: "Ecco cosa prevede la normativa, lo abbiamo già formalmente comunicato alla Confcommercio"



PORTOFERRAIO — Onde evitare improprie ed inutili polemiche in merito alla realizzazione dell’intervento edilizio nell’area dell’ex centrale Enel, l’Amministrazione Comunale di Portoferraio , così come già comunicato formalmente alla Confcommercio, che di fatto ne ha chiesto il rispetto, tiene a diffondere anche ad altri ciò che la normativa vigente, ( Variante al Regolamento Urbanistico e Piano Regolatore Portuale conseguente all’Accordo di pianificazione per la realizzazione del sistema delle attrezzature della portualità turistica e della filiera nautica, approvato con la delibera numero 58 del Consiglio Comunale del 21 agosto 2012 dalla precedente amministrazione, articolo 4 comma 1.5 ) prevede:

Art.4 ambito d’intervento 1 - Stazione Marittima

1. Si individuano 6 sub ambiti d’intervento:

omissis

1.5 Ex Enel e parco del forte St.Cloud

§ Interventi ammessi: ristrutturazione edilizia con incremento di SU. pari al 100% dell’esistente per un totale di 4700 mq. di S.U., all’interno della volumetria esistente, il terrapieno lato Via Zambelli è destinato a parcheggi, pertinenziali e pubblici; il parco del forte St.Cloud è destinato a verde pubblico, e deve essere ceduto gratuitamente all’Amministrazione Comunale ferma restando la possibilità di convenzionamento per la gestione ottimale in sicurezza , interventi ammessi sull’area del parco sono restauro delle parti ancora esistenti del forte e restauro e rifunzionalizzazione delle gallerie originarie ancora esistenti o realizzate nella prima metà del XX secolo da Enel;

§ norme speciali: dovrà essere consentita la massima permeabilità pedonale dei corpi di fabbrica secondo le direttrici banchine portuali – città e Piazza Virgilio - nuovo porto turistico cantieri, e Via Zambelli – Parco Forte St.Cloud – banchine portuali; tale realizzazione è obbligatoria in aggiunta agli oneri di urbanizzazione e non è contabilizzata ai fini della S.U. ; è fatto obbligo di cedere gratuitamente all’Amministrazione Comunale 75 mq. di SU. realizzata nell’ambito della centrale ex Enel per la realizzazione di un “front office – ufficio informazioni” del Comune in aggiunta agli oneri di urbanizzazione; sussiste l’ obbligo di conservazione, ai sensi di legge, di eventuali ritrovamenti di manufatti costituenti classificabili come testimonianza di archeologia industriale, analogamente dicasi per le caratteristiche architettoniche dell’involucro edilizio;

§ destinazioni d’uso ammesse: pubblici esercizi – bar – ristorante – pizzeria, agenzie turistiche e di viaggi, servizi per noleggio mezzi di trasporto terrestri e marittimi, agenzie di compravendita e noleggio imbarcazioni, attività terziarie pubbliche e private; attrezzature commerciali della media distribuzione fino a 1200 mq. di superficie di vendita (con esclusione area casse) ma solo per trasferimento da altra sede di struttura esistente, attrezzature commerciali della piccola distribuzione di superficie di vendita non superiore a 250 mq. per unità locale per la vendita di prodotti tipici locali; verde pubblico; strutture per attività espositive e culturali per le aree del parco St.Cloud:

§ standard: è obbligatoria la realizzazione di parcheggi di relazione funzionali alle attività commerciali in attuazione dei disposti della LRT 28/2005; la dotazione necessaria di verde pubblico è soddisfatta dalla realizzazione e cessione del parco del forte St.Cloud;

§ modalità di attuazione: permesso di costruire convenzionato; la convenzione dovrà garantire oltre alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, la cessione delle aree delle stesse, l’impegno alla loro manutenzione per 5 anni a far data dalla loro ultimazione; la gestione e manutenzione dei percorsi pedonali;

Ovviamente ogni altra diversa idea di utilizzazione non è conforme allo strumento urbanistico vigente e non realizzabile, quindi diverse informazioni sono destituite di ogni fondamento e si deve pensare artatamente diffuse al solo scopo di creare tensioni o confusione.

L’amministrazione comunale



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità