QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°24° 
Domani 20°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 20 settembre 2019

Attualità mercoledì 26 giugno 2019 ore 07:30

Al via Vele spiegate, per pulire le spiagge

L'iniziativa di successo nata all’Elba dalla collaborazione fra Legambiente e Diversamente Marinai ora sbarca in Grecia, Cilento e Costiera Amalfitana



PORTOFERRAIO — Dopo l’anteprima nel Cilento, è partita anche nell’Arcipelago Toscano la terza edizione di Vele Spiegate, l’iniziativa di Legambiente e Diversamente Marinai che quest’anno si fa in 4 (Arcipelago Toscano, Cilento e Costiera Amalfitana) e sbarca anche all’estero: in Grecia.

Nell’Arcipelago Toscano, come si legge nella nota di Legambiente, dove è stata inventata questa formula di successo che mette insieme in barca a vela e a ripulire spiagge e mare diversamente abili e normodotati, Vele Spiegate raddoppia. Sono infatti 2 le imbarcazioni salpate ieri da Portoferraio, la Manu e Blue Moon, con a bordo due equipaggi di giovanissimi volontari del Cigno Verde che parteciperanno anche al festival del mare SEIf che si terrà a Marciana Marina dal 28 al 30 giugno.

Le due imbarcazioni di Diversamente Marinai e Legambiente , toccheranno le coste delle isole toscane e anche gli isolotti come Cerboli, Palmaiola, Formiche di Grosseto, Pianosa e perfino Montecristo, normalmente inaccessibile. Si tratta di 9 campi di volontariato da una settimana ciascuno per ragazzi e per adulti.

Nel 2018 le attività di Vele Spiegate nell’Arcipelago Toscano hanno coinvolto 250 volontari, con 34spiagge monitorate per censire la plastica e altre 24 ripulite. Il risultato è stato di 258 rifiuti ogni 25 metri pari a 4 rifiuti per ogni passo sulla sabbia; 26,247 rifuti censiti nei soli transetti, con una media di 22 rifuti ogni metro lineare di spiaggia campionato. Il 94,6% dei rifiuti è risultato essere plastica.

Vele spiegate nell’Arcipelago Toscano è patrocinata dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, ENEA e Università di Siena e ha come partner Novamont, Acqua dell’Elba, ESA e Esaom Cesa, mentre l’Elbana TraghettiLines è partner tecnico anche dell’iniziativa a livello nazionale (ma sarebbe meglio dire mediterraneo).

Vele Spiegate naviga anche con 5 campi di volontariato per ragazzi anche nelle acque cilentane e lungo la costa della Penisola sorrentina, grazie alla collaborazione con la Federezione Italiana Vela V Zona, a bordo dell’imbarcazione Oceanis 423, si veleggerà da Sorrento ad Acciaroli, per poi approdare a Marina di Camerota e terminare a Scario, costeggiando da Nord a Sud la bellissima costa campana.

Ma la grande novità di Vele Spiegate 2019 è il Golfo di Corinto, in Grecia, A bordo di un Bansford 41, in collaborazione con il Gaia Research Institute, si navigherà lungo la suggestiva costa del Golfo di Corinto, un’area protetta per la presenza nelle sue acque di 3 specie di cetacei (delfino comune, stenella, tursiope) e 2 specie di tartarughe marine (Caretta caretta e verde).

Gaia Research Institute Onlus gestisce progetti di monitoraggio e di ricerca fnalizzati alla conoscenza e alla tutela della natura e della biodiversità, in collaborazione con Ispra, Enti Universitari e Associazioni Ambientaliste italiane e straniere, quali Legambiente. Gaia promuove la sensibilità ambientale dei cittadini coinvolti nelle proprie attività e del pubblico in genere. 

Gaia sostiene lo sviluppo sostenibile, la salvaguardia dei diritti degli animali, la protezione dei siti, della fauna e della flora e svolge attività di informazione ed educazione ambientale, anche attraverso la realizzazione di attività sportive immerse nella natura e rispettose dell’ambiente. Da un decennio Gaia svolge attività di monitoraggio e ricerca sulle specie prioritarie (cetacei e tartarughe) del Golfo di Corinto.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Sport

Cronaca