Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:07 METEO:PORTOFERRAIO17°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Proseguono gli abbattimenti sulla A24, nel tratto Roma-L'Aquila: demolito anche il viadotto Le Pastena

Cronaca mercoledì 22 settembre 2021 ore 18:30

Sequestro di beni per 6 milioni di euro

Nel mirino della Guardia di finanza una serie di beni di proprietà e nella disponibilità di un commercialista. Sequestri anche sul territorio elbano



FOLLONICA — La Guardia di Finanza del Comando provinciale di Grosseto ha posto sotto sequestro beni e quote societarie per oltre 6 milioni di euro nei confronti di un commercialista operante su Follonica e Grosseto, che in base alle indagini, avrebbe commesso reati fiscali, contro il patrimonio e la persona e avrebbe agito anche attraverso intestazioni fittizie di beni.

Le indagini, svolte dal Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Grosseto, iniziate nel 2012 sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Grosseto ed in seguito della Direzione distrettuale antimafia di Firenze, hanno portato a numerosi procedimenti penali nei confronti dell'uomo sia in ambito fiscale-tributario che per reati di appropriazione indebita, estorsione, truffa e fittizia intestazione di società e beni.

Secondo le indagini della Finanza, l'uomo avrebbe condotto un tenore di vita molto superiore rispetto alle fonti di reddito e alle risorse finanziarie dichiarate, facendo quindi scattare le misure preventive antimafia con il sospetto che tale stile di vita sia il risultato di attività illegali.

Anche le indagini economico-patrimoniali, estese ai familiari, ai prestanome ed ai soggetti, anche giuridici, ritenuti a vario titolo riconducibili al commercialista, avrebbero evidenziato la grande differenza tra i redditi dichiarati e il patrimonio accertato.

Le indagini mirate avrebbero inoltre messo in luce numerosi movimenti di denaro derivante da evasione fiscale ed altri reati contro l’economia e il patrimonio, attraverso l'impiego delle somme illecitamente accumulate per l'acquisto di beni mobili, immobili e quote societarie, occultandone la disponibilità attraverso la simulazione di intestazioni e trasferimenti in favore di soggetti compiacenti. Tutto ciò per eludere le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniale.

Sulla base di quanto emerso è stato quindi disposto il sequestro di di beni nella disponibilità diretta ed indiretta del commercialista, tra le province di Grosseto e Livorno, per un valore di oltre 6 milioni di euro, costituiti da 3 immobili ad uso abitativo, 1 spiaggia, 5 magazzini, 1 autorimessa, 4 capannoni industriali, 4 società e 12 autovetture tra le quali auto di lusso come Lamborghini, Ferrari e Maserati.

L'operazione è stata condotta anche all'Elba e nel territorio comunale di Porto Azzurro dove sono stati posti sotto sequestro 6 veicoli, 3 immobili e quote societarie.

Sempre all'Elba nel 2020 era stato effettuato un sequestro preventivo di un ristorante e dei beni della relativa società che sarebbe stata collegata al commercialista (leggi qui l'articolo).

Il patrimonio sequestrato sarà ora gestito dall’amministratore giudiziario appositamente nominato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mentre erano in corso le operazioni di bonifica dell'incendio scoppiato questa mattina, in serata il fuoco ha preso di nuovo vigore spinto dal vento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità