Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PORTOFERRAIO13°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un branco di 30 lupi entra in teatro, corre tra gli spettatori e assale gli attori: ma sono animali addestrati

Attualità martedì 17 settembre 2019 ore 16:45

"Il servizio 118 si regge sulle associazioni"

Lettera aperta ai sindaci elbani di Giovanni Aragona, presidente della Pubblica Assistenza di Porto Azzurro sulle crescenti difficoltà ed impegni



PORTO AZZURRO — Giovanni Aragona, presidente Pubblica Assistenza Porto Azzurro fa un bilancio della stagione estiva passata per il servizio di emergenza-urgenza del 118 e in una lettera aperta spiega le difficoltà e avanza alcune proposte, rivolgendosi in particolar modo ai sindaci elbani.

Qui di seguito pubblichiamo il testo completo del presidente della Pubblica Assistenza di Porto Azzurro.

"Con il 15 Settembre è terminato il Servizio 118 con le Ambulanze India (con infermiere) e con il medico a bordo. Questa stagione è stata una sperimentazione, che ha visto in prima fila gli infermieri a bordo delle ambulanze, e  grazie a loro dobbiamo registrare una collaborazione unica per un quotidiano controllo dei materiali e attrezzature mediche che fino ad oggi dal 1997, anno che è entrato in attività il 118, non è mai stato così accurato oltre alla formazione pratica dei nostri soccorritori.

Ambulanze 'India' con infermiere, ambulanze con solo medico, ambulanze infermiere e medico a bordo, quale soluzione migliore ? Non tocca certo a noi decidere, per questo ci sono 'dirigenti specializzati'. 

Certo è che possiamo valutare (visto che i soldi sono di tutti) quanto ci è costato il servizio in questa stagione e in base a quanti interventi sono stati effettivamente svolti e la loro 'gravità'. L'ambulanza con il medico viene 'utilizzata' solo per i 'codici rossi' e per questo si trascorre le giornate fermi in sede, anche senza un intervento. 

Avere l'infermiere a bordo con l'ambulanza 'India', potrebbe essere maggiormente utilizzato anche per i 'codici gialli', con una spesa dimezzata e si potrebbe programmare anche un periodo più lungo, magari dalla primavera in poi, fino a Ottobre, e quindi con una maggiore assistenza alla popolazione.

Si potrebbe accentuare la presenza estiva dei medici con l'attivazione dal Pronto Soccorso, dell'automedica o (ambulanza medica supplementare) prelevando il medico designato dal Pronto Soccorso e utilizzarlo anche per questo servizio 118.

Solo ipotesi future le mie, ma in base alle statistiche di 20 anni di servizio di emergenza 118 a cui ho partecipato attivamente come soccorritore e come Presidente. Cosa succederà per il prossimo anno?

A prescindere, il ruolo importante lo svolgono le associazioni di volontariato dell'Isola d'Elba (Pubbliche Assistenze, Misericordie e Croce Rossa) senza di loro l'emergenza e l'assistenza sanitaria 118 non è possibile.

Da ora in poi, per nove mesi l'anno, gli equipaggi sono solo composti da Soccorritori volontari o dipendenti delle associazioni. Gli impegni sono tanti e le responsabilità aumentano di giorno in giorno dal lato formativo, del servizio e dei costi, tutti a carico delle associazioni.

Da Giugno sono partiti i 'Punti Pet Blsd' che ci costringono sempre ad essere presenti a turno per il servizio di intervento 118, l'associazione deve garantire due/tre soccorritori formati e una ambulanza che ci costa per l'acquisto e attrezzatura oltre 100mila euro, oltre alla manutenzione periodica. 

Per garantire le turnazioni obbligatorie, soprattutto in estate, ci si avvale anche di dipendenti (con notevoli costi di gestione che sappiamo) o di volontari provenienti da altre associazioni a cui va rimborsato vitto e alloggio.

Per l'opinione pubblica tutto è svolto nei migliori dei modi, ma ci sono problemi e soluzioni da trovare.

Di questo anche e soprattutto i sindaci (Conferenza dei Sindaci) devono aprire gli occhi e collaborare per il bene dei loro concittadini e ospiti, e non lasciarci da soli".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un grupoo di amici ha creato un comitato per organizzare una giornata di sport e beneficenza in ricordo del giovane scomparso prematuramente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport