Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:37 METEO:PORTOFERRAIO14°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità martedì 05 settembre 2017 ore 10:27

​La cipolla di Patresi e la promozione dell’Isola

La cipolla di Patresi (foto Roberto Ridi)

L'iniziativa di ElbaTaste a La Zanca ha illustrato i particolari di una tipicità tutta elbana e le sue potenzialità sapientemente recuperate



MARCIANA — Può il recupero di un prodotto della terra diventare un elemento qualificante nella valorizzazione di un territorio?

E’ quanto è successo con la Cipolla di Patresi grazie alla collaborazione fra Vincenzo Anselmi dell'Hotel Belmare di Patresi (e la sua mamma) che hanno messo a disposizione i semi, e il prof. Agostino Stefani dell’Università S.Anna di Pisa che li ha riprodotti e distribuiti ad alcuni agricoltori per la produzione. Così il recupero di questo ortaggio ha dato l’occasione di parlare di una parte importante dell’Isola, delle sue tradizioni, delle persone che sono testimonianza del passato e di un presente che posa le sue basi sulla loro sapienza artigiana.

Domenica scorsa nell’ambito della giornata conclusiva della mostra di fotografie di Roberto Ridi su la Cipolla di Patresi, organizzata dal Ramadoro Wood Festival presso il Circolo Il Libeccio de La Zanca, ElbaTaste ha organizzato una degustazione per valorizzare le caratteristiche de la riscoperta Cipolla di Patresi. Presentazione di Tiziana Pisani e introduzione storico/gastronomica di Alvaro Claudi e poi degustazione della schiaccia preparata con farine di grani antiche e cipolla di Gabriele Messina di Elba Magna, i formaggi di capra di Vincenzo Bono di Terra&Cuore accompagnata dalla confettura di Cipolle di Patresi preparata da Armando in PortoAzzurro, i totani con le cipolle e tonnina con le cipolle preparati da Martina e Vincenzo Anselmi, il tutto accompagnato con un Vermentino di Guido Allori e un Rosato Terre del Granito.

Queste piccole iniziative legate profondamente alla cultura locale sono in grado di ricostruire relazioni fra soggetti differenti con l’obiettivo di proporre qualcosa di autentico e di genuino a chi visita e ama questa Isola. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna è stata immediatamente soccorsa dalla comandante della polizia municipale, poi sono intervenute ambulanza e automedica
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Sport