Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:36 METEO:PORTOFERRAIO21°34°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Attualità domenica 08 marzo 2020 ore 19:24

Coronavirus, casi in Toscana e nell'Asl nord ovest

La tenda pre-triage davanti al Pronto soccorso di Portoferraio

In totale sono 166 i casi registrati in Toscana, nell'Asl Toscana nord ovest 75 e un paziente è deceduto. L'Elba chiede controlli al porto di Piombino



FIRENZE — I contagiati dall’inizio dell’emergenza Covid-19 in tutta la Toscana dall'inizio dell'emergenza salgono 166, comprese tre persone clinicamente guarite, un morto e un paziente definitivamente guarito. Le persone al momento ancora colpite dal virus sono quindi 164. Per quanto riguarda invece l'Asl Toscana nord ovest alla quale appartiene anche l'isola d'Elba, ad oggi i casi riscontrati sono 75.

Nelle ultime ore sono stati registrati altri 27 casi positivi di Coronavirus “Covid-19” nell’area vasta dell’Azienda Usl Toscana nord ovest, che comprende anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana.

Ecco nel dettaglio i casi riscontrati:

Apuane e Lunigiana: 5 casi positivi

- uomo di 87 anni, di Mulazzo (Lunigiana), ricoverato all’ospedale Apuane;

- uomo di 77 anni, di Licciana Nardi (Lunigiana) , ricoverato all’ospedale Apuane;

- uomo di 84 anni, di Villafranca in Lunigiana, ricoverato all’ospedale Apuane;

- altro uomo anziano, di Zeri (Lunigiana), anche lui ricoverato all’ospedale Apuane;

- altra donna ricoverata all’ospedale Apuane.

Lucca: 4 casi positivi

- uomo di 60 anni, di Capannori, ha soggiornato a Milano; sta bene ed è a casa;

- uomo di 70 anni, di Porcari (nessun criterio epidemiologico, solo alcuni sintomi clinici); è a casa;

- uomo di 77 anni ricoverato in ospedale a Lucca;

- altro uomo di Lucca, sta bene ed è a casa.

Pisa e Valdera: 5 casi positivi

- uomo di 45 anni e donna di 44 anni, di Calcinaia, ricoverati in Malattie infettive a Livorno;

- uomo di 59 anni, di Santa Maria a Monte, è un contatto stretto di una persona risultata positiva, è in quarantena a casa;

- uomo di 41 anni, di Pisa, ricoverato in Malattie infettive a Pisa;

- uomo straniero, ricoverato in Malattie infettive a Pisa

Livorno e Val di Cornia: 3 casi positivi

- donna di 73 anni, di Livorno, ricoverata in Malattie infettive a Livorno;

- uomo di 80 anni, di Livorno, ricoverato in Malattie infettive a Livorno;

- uomo di 71 anni, di Piombino, passato dal Pronto Soccorso, adesso a casa;

Versilia: 10 casi positivi

- 2 casi di Seravezza: un uomo di 83 anni (il marito della donna risultata positiva e ricoverata a Livorno) ed un uomo di 53 anni, entrambi a casa;

- 4 casi di Forte dei Marmi, tutti a casa: un uomo di 52 anni, una donna di 49 anni (la moglie dell’uomo di 52 anni), un ragazzo di 23 anni, una ragazza di 16 anni

- una donna di 79 anni di Forte dei Marmi ricoverata in Malattie infettive a Livorno;

- un uomo di 44 anni, di Massarosa, contatto di caso confermato, a casa;

- un uomo di 47 anni, di Camaiore, contatto di caso confermato, a casa;

- un uomo di 52 anni, di Viareggio, è ricoverato in ospedale.

I contatti stretti delle persone risultate positive al test sono già stati presi in carico dagli operatori di Igiene e sanità pubblica. Sono in corso di verifica eventuali altri contatti.

Qui di seguito invece la situazione dei 48 casi risultati precedentemente positivi sul territorio dell’Asl:

Ambito territoriale di Massa - 15

- uomo di 80 anni, di nazionalità tedesca, ricoverato all’ospedale di Pontremoli, è residente a Tresana;

- uomo di 68 anni, di Filattiera, ricoverato all’ospedale Apuane;

- uomo di 63 anni, di Pontremoli, ricoverato all’ospedale Apuane;

- la moglie dell’uomo di Pontremoli, di 63 anni, positiva al test, è in isolamento domiciliare.

- uomo di 66 anni, domiciliato a Massa, pastore protestante di nazionalità belga, già in sorveglianza a casa, in quanto contatto di soggetti risultati positivi in Francia;

- donna di 63 anni, di Massa, ricoverata all’ospedale Apuane, in Malattie infettive.

- bambina di 50 giorni di Mulazzo (Lunigiana) ricoverata all’ospedale Meyer di Firenze;

- due uomini di Fivizzano, uno di 72 anni e l’altro di 64. Entrambi sono ricoverati all’ospedale di Fivizzano;

- un cittadino di 72 anni di Licciana Nardi, in Lunigiana, ancora ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Apuane;

- la moglie dell'uomo di Licciana Nardi, di 70 anni, è in quarantena nella sua abitazione dopo essere stata ricoverata in Malattie infettive all'ospedale Apuane;

- un cittadino di Pontremoli di 76 anni passato dall'ospedale di Pontremoli e ricoverato all'ospedale Apuane;

- una donna di 65 anni di Codogno tornata nella seconda casa di Carrara, è ancora in Malattie infettive all’ospedale Apuane (il ricovero non è però legato al Coronavirus);

- il coniuge della donna è ancora in isolamento nella sua abitazione di Carrara;

- un uomo di 70 anni in isolamento domiciliare ad Albiano Magra (Comune di Aulla in Lunigiana);

Ambito territoriale di Lucca - 13

- uomo di 70 anni, di Capannori, ricoverato in Malattie infettive all’ospedale San Luca.

- uomo di 58 anni, di Capannori, a casa;

- uomo di 59 anni, di Capannori, a casa;

- uomo di 58 anni, di Capannori; a casa;

- uomo di 55 anni, di Porcari, a casa;

- uomo di 58 anni, di Capannori; ricoverato in Malattie infettive all’ospedale San Luca;

- uomo di 48 anni, di Capannori, a casa.

- due cittadini lucchesi, marito e moglie (lui ha 66 anni, lei 55) ricoverati in Malattie infettive a Lucca;

- un cittadino di 60 anni, di Lucca, ricoverato all'ospedale di Lucca, in Malattie infettive.

- un cittadino di Capannori di 59 anni, imprenditore. E’ ricoverato in Terapia intensiva a Lucca;

- un cittadino di Capannori di 55 anni. E’ ricoverato nel reparto di Malattie infettive di Lucca;

- un altro uomo di Capannori ricoverato in Malattie infettive a Lucca (parente di persona ricoverata a Piacenza).

Ambito territoriale di Pisa (compresa AOUP) - 11

- uomo di 40 anni, non si conosce ancora domicilio, ricoverato in Malattie infettive a Pisa;

- uomo di 79 anni, di Pisa, ricoverato in Malattie infettive a Pisa; deceduto oggi all’ospedale di Pisa

- donna di 56 anni, residente a Volterra, sta a casa.

- un uomo di 43 anni, operaio di nazionalità polacca residente a Pisa, ricoverato in Malattie infettive a Pisa;

- un giovane di 21 anni, di Pisa, risultato positivo ad un tampone ed emerso per verifiche incrociate tra l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e l’Asl Toscana nord ovest. E' a casa;

- un cittadino di 59 anni, di Cascina (Pisa), è a casa;

- due cittadini residenti a San Giuliano Terme (Pisa), marito e moglie, entrambi di 58 anni (uomo è agronomo). Sono nella propria abitazione;

- altro cittadino di San Giuliano Terme (Pisa), di 38 anni, ancora ricoverato in Malattie infettive a Pisa;

- marito e moglie (lui di 60 anni, lei di 65), residenti in Valdera; sono entrambi a casa;

Ambito territoriale di Livorno - 5

- una donna di 54 anni, casalinga, di Livorno. E’ ricoverata in Malattie infettive all’ospedale di Livorno;

- un cittadino livornese di 54 anni, è a casa dopo un accesso in ospedale;

- un cittadino di Livorno di 55 anni ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Livorno in condizioni molto critiche;

- marito e moglie (uomo di 73 anni, donna di 70), residenti in Val di Cornia, entrambi a casa;

Ambito territoriale della Versilia - 4

- donna del 1942 domiciliata a Seravezza, ricoverata in Malattie infettive a Livorno.

- un cittadino di 76 anni residente a Viareggio. E’ ancora in rianimazione all’ospedale Versilia;

- un uomo di 44 anni di Torre del Lago, è in isolamento domiciliare a Torre del Lago;

- il figlio dell’uomo residente a Torre del Lago, che ha 10 anni, ed è in isolamento domiciliare fiduciario sotto sorveglianza attiva a Camaiore.

Ad oggi all'isola d'Elba non sono stati rilevati casi di persone positive al virus. Nel frattempo però Angelo Zini, presidente della conferenza dei sindaci elbani sulla sanità e sindaco di Portoferraio, città in cui si trova l'ospedale elbano, ha attivato l'Unità di crisi permanente e ha chiesto al prefetto e alla Regione di attivare tutte le possibili misure per contenere il rischio contagio sull'isola con controlli all'imbarco sul porto di Piombino per evitare il blocco dell'ospedale elbano che non può fronteggiare un'eventuale emergenza di questo tipo (leggi qui l'articolo).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mentre sono in corso le operazioni di bonifica a Porto Azzurro per l'incendio di oggi, divampano le fiamme verso Rio
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità